Domenica 20 Gennaio, 16:03
Utenti online: 2916

È morto Nilo Zandanel, portabandiera dell'Italia a Cortina 1956 e recordman del mondo di salto con gli sci

È morto Nilo Zandanel, portabandiera dell'Italia a Cortina 1956 e recordman del mondo di salto con gli sci

Il mondo dello sport azzurro piange la morte di Nilo Zandanel, portabandiera dell'Italia ai Giochi olimpici di Cortina 1956 e successivamente detentore del record del mondo di salto con gli sci.

Zandanel era nato a Cibiana di Cadore, in provincia di Belluno, l'8 novembre 1937 (e non il primo gennaio come incautamente riportato dalla fonte che ha comunicato la triste notizia, ovvero il sito ufficiale della federazione italiana) ed era membro del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle.

Ha scritto la storia del salto azzurro firmando il primo podio italiano nella storia della Tournée dei 4 trampolini piazzandosi terzo nella gara disputata a Garmisch-Partenkirchen nella giornata di Capodanno 1961.

Inoltre il 18 febbraio 1964 stabilì il record del mondo di salto con gli sci, impresa mai più ripetuta da un italiano.

Quel giorno sull'Heini-Klopfer-Skiflugschanze di Oberstdorf, Zandanel atterrò a 144 metri, superando di due metri il primato stabilito tre giorni prima da Dalibor Motejlek e realizzando il salto più lungo mai visto sino a quel momento.

Il record di Zandanel durò fino al 21 marzo 1965 quando sul Kulm il tedesco dell'est Peter Lesser si spinse a 145 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA