Lunedì 17 Dicembre, 11:40
Utenti online: 2229
Francesco Paone
Francesco Paone

foto di Getty Images

Tripletta norvegese a Ramsau. Moan fulmina Krog al photofinish, Riiber terzo!

Tripletta norvegese a Ramsau. Moan fulmina Krog al photofinish, Riiber terzo!

Come sovente accade a Ramsau, dove si salta su un trampolino piccolissimo che di conseguenza non crea grossi distacchi, nel segmento di fondo si è venuta a formare un'autentica tonnara. Tuttavia oggi non è mancato lo spettacolo e il finale è stato al fulmicotone.

La gundersen ha seguito solo in parte il copione previsto dopo il salto perché Jarl Magnus Riiber è sì stato progressivamente ripreso dagli inseguitori, ma Akito Watabe ed Eric Frenzel hanno recuperato più lentamente del previsto e di conseguenza non sono riusciti a fare la differenza sugli atleti alle loro spalle, che hanno potuto riportarsi sulla testa all'inizio dell'ultimo giro.

Fra di essi Magnus Moan e Magnus Krog, autori di una furibonda rimonta. Dopo un infruttuoso attacco in salita del primo, è stato il secondo a fare un minimo di selezione proprio in vista del traguardo. Il ventottenne ha imboccando il rettilineo finale al comando, ma è stato beffato letteralmente all'ultimo centimetro dal più anziano connazionale.

Moan, grazie a una scivolata decisamente migliore, ha arpionato la vittoria numero 25 della carriera e soprattutto la quarta sulle nevi di Ramsau, località dove ora è l'uomo più vincente in assoluto assieme a Jason Lamy-Chappuis e Björn Kircheisen.

Il trionfo della Norvegia è stato completato dal già citato Riiber, il quale ha gestito alla grandissima le sue forze. Nel finale è stato addirittura in grado di rispondere ai due compagni di squadra e ha concluso terzo superando in volata il tedesco Tino Edelmann, risalito sulla scia degli scandinavi.

Il diciottenne può quindi festeggiare il secondo top-three della sua giovanissima carriera, il primo però arrivato in una prova con 10 km da percorrere sugli sci stretti. Delusione invece per Akito Watabe e Frenzel, piazzatisi rispettivamente quinto e settimo. Fra i due si è inserito l'ennesimo norvegese, Jørgen Graabak.

Ottavo il sempre più convincente Ilkka Herola, il quale ha preceduto il tedesco Fabian Rießle, apparso molto pimpante, ma vittima di una caduta nella tornata conclusiva e costretto a cedere il pettorale giallo.

Il leader della classifica generale di Coppa del Mondo diventa infatti Krog con 212 punti seguito appunto da Rießle a 209 con Akito Watabe terzo a 165.

In casa Italia si può festeggiare il 13° posto di Samuel Costa, bravissimo a rimanere sempre nelle posizioni di testa, cedendo parzialmente solo nel finale. Fatto più che comprensibile considerando come la sua condizione atletica fosse un'incognita dopo l'operazione al ginocchio di ottobre. Fuori dalla zona punti Manuel Maierhofer (38°) e un Alessandro Pittin (41°) troppo brutto nel fondo per non pensare che si sia tenuto in vista della gara di domani.

RAMSAU GUNDERSEN HS98/10 KM
1. MOAN Magnus (NOR) 22'17"3
2. KROG Magnus (NOR) a 0"0
3. RIIBER Jarl Magnus (NOR) a 1"0
4. EDELMANN Tino (GER) a 1"0
5. WATABE Akito (JPN) a 1"5
6. GRAABAK Jørgen (NOR) a 1"6
7. FRENZEL Eric (GER) a 1"8
8. HEROLA Ilkka (FIN) a 2"3
9. RIEßLE Fabian (GER) a 2"7
10. KLAPFER Lukas (AUT) a 2"8

Clicca qui per i risultati completi

© RIPRODUZIONE RISERVATA