Lunedì 20 Maggio, 10:29
Utenti online: 690
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

Salto: Kubacki è campione del mondo su Normal Hill al termine di una rimonta clamorosa

Salto: Kubacki è campione del mondo su Normal Hill al termine di una rimonta clamorosa

Per la Polonia è arrivata addirittura la doppietta, poichè Kamil Stoch ha conqusitato l'argento, precedendo Stefan Kraft, al terzo podio iridato consecutivo nel format.

La gara è stata fortemente condizionata da una fitta nevicata che ha rallentato parecchio le canaline del Normal Hill di Seefeld. Probabilmente la soluzione migliore sarebbe stata quella di rinviare tutto di un giorno, ma la direzione gara ha deciso di portare a termine la prova, che alla fine si è disputata ai limiti della regolarità.

Nel primo atto Ryoyu Kobayashi ha fatto registrare la miglior misura (101 m) e il miglior punteggio, mettendosi alle spalle Karl Geiger, atterrato a 100 m, di 2.1 lunghezze. In terza piazza si è attestato il sorprendente sloveno Ziga Jelar, bravo a sfruttare condizioni meteo di estremo favore. I pettorali bassi si sono infatti trovati a saltare con vento frontale, che con il passare dei minuti è poi girato alle spalle. Diversi atleti di seconda o terza fascia si sono quindi ritrovati a metà gara nelle posizioni nobili della classifica. Tra essi Peter Prevc, che ha chiuso 5° appena davanti al ceco Sakala e al norvegese Markeng. Ha saputo capitalizzare al meglio le condizioni trovate anche Sebastian Colloredo, che ha ottenuto il 15° punteggio.

Anche nella seconda serie i primi a presentarsi in stanga di partenza hanno potuto godere di condizioni favorevoli. La fitta nevicata ha infatti progressivamente rallentato le canaline, penalizzando parecchio coloro che erano in testa a metà gara. La classifica si è quindi capovolta e si è assistito a rimonte clamorose. Dawid Kubacki, 27° al termine della prima serie, è atterrato a 104.5 m. Tale misura gli ha permesso di scavalcare uno dopo l'altro tutti gli atleti che lo precedevano e di conquistare una clamorosa medaglia d'oro. Il ventottenne di Zakopane ha preceduto di 2.8 punti il connazionale Kamil Stoch, anch'egli in rimonta dalla 18a posizione. Ha saputo invece limitare i danni in condizioni davvero insidiose Stefan Kraft, che ha così conquistato il bronzo

E' rimasto a bocca asciutta per 3 decimi Philipp Aschenwald, che ha chiuso davanti ai tedeschi Freitag, Leyhe ed Eisenbichler. Sono invece precipitati in classifica sia Ryoyu Kobayashi 14° che Karl Geiger 18°. E' scivolato di qualche posizione anche Sebastian Colloredo, 22° a fine gara. Non aveva invece superato il taglio Alex Insam

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Neveitalia Sport DB
Statistiche scinordico
AUT

Nation: AUT
Status: ACT
POL

Nation: POL
Status: ACT
POL

Nation: POL
Status: ACT