Questo sito contribuisce alla audience de

Pittin e Costa, stagione di combinata nordica da alti e bassi. E il rimpianto per l'infortunio di Kostner

Foto di Redazione
Info foto

2020 Getty Images

Sci Nordicobilanci azzurri

Pittin e Costa, stagione di combinata nordica da alti e bassi. E il rimpianto per l'infortunio di Kostner

Il bilancio azzurro con il 30enne carnico secondo nel fondo (ma discontinuo sul trampolino) e il 27enne delle Fiamme Oro capace di ottenere due top ten.

Una stagione di alti e bassi, ma non sono mancate le buone prestazioni per l'Italia della combinata nordica, nell'arco di una Coppa del Mondo dominata da Jarl Magnus Riiber.

La squadra di Federico Rigoni ha perso ben presto Aaron Kostner, infortunatosi al ginocchio e fuori da fine dicembre dopo un ottimo avvio. Hanno retto l'alto livello Alessandro Pittin e Samuel Costa, come sempre protagonisti nella sezione di fondo visto che il carnico ha concluso secondo (alle spalle di Herola) in questa speciale classifica e il 27enne delle Fiamme Oro per la prima volta in carriera nei 10. Lo stesso Costa si è presto due top ten di qualità in gara (9° a Ruka e Lillehammer). E il duo Pittin-Costa ha accarezzato il podio nelle due prove a squadre andate in scena a Oberstdorf e in Val di Fiemme.

Raffaele Buzzi, a punti in Coppa del Mondo a Seefeld, ha mostrato buone cose in Continental Cup, con la decima piazza finale conquistata dal 24enne di Tarvisio con ben quattro podi. Tanta costanza anche per la trentina Veronica Gianmoena, sesta nella graduatoria finale del circuito continentale, con Daniela Dejori decima e protagonista in staffetta mista ai Mondiali giovanili di Oberwiesenthal, dove assieme ad Annika Sieff, Stefano Radovan e Iacopo Bortolas è arrivato un gran 5° posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
29
Consensi sui social