Sabato 18 Novembre, 11:23
Utenti online: 1998
Martina Dardanelli
Martina Dardanelli

foto di Getty Images

Germania I in testa dopo il salto nella team sprint della Val di Fiemme

Germania I in testa dopo il salto nella team sprint della Val di Fiemme

Questa mattina è andato in scena sul large hill di Predazzo il segmento di salto della prima team sprint stagionale, caratterizzata da parecchie assenze.

La competizione è stata disertata da numerosi protagonisti della Coppa del Mondo, quali Eric Frenzel, Johannes Rydzek, Björn Kircheisen ed Akito Watabe, a cui vanno aggiunte alcune defezioni dell’ultima ora. Non ha preso il via infatti la coppia dei norvegesi Magnus Moan e Magnus Krog, a causa di un infortunio patito dal primo durante la fase di riscaldamento. Inoltre David Pommer ha sostituito Franz-Josef Rehrl, rientrando così dopo una pausa di qualche gara causa influenza.

Ha concluso in testa Germania II, grazie ad un eccellente salto da 130.5m di Terence Weber e ad un Fabian Rießle difesosi egregiamente. Mentre il secondo è una certezza nel fondo, il primo invece andrà pesato in questa componente.

Con un distacco di soli 5’’ partirà la favorita della vigilia Norvegia I, costituita da Espen Andersen e Jørgen Graabak. Per gli scandinavi si profila però una gara più complicata del previsto, dal momento che non hanno riproposto le prestazioni fatte vedere in allenamento e non partiranno dunque con margine rispetto agli avversari.

Terza piazza a 16’’ per Giappone II, formato da Taihei Kato e Go Yamamoto, buoni saltatori ma non altrettanto competitivi sugli sci stretti. Seguirà a 18’’ Reppublica Ceca I (Miroslav Dvorak - Tomas Portyk) e Austria II (Pommer – Wilhelm Denifl). In particolare il ceco più giovane ha tirato fuori un salto superlativo, valsogli il secondo punteggio di giornata.

A 19’’ prenderanno il via Eero Hirvonen  e Ilkka Herola per Finlandia I, che punteranno forte al podio.

In 11^ piazza a 59’’ troviamo Italia I, formata da Alessandro Pittin e Samuel Costa. Il primo ha trovato quest’oggi il miglior salto del weekend con 106.5m, ma è evidente lo scarso feeling con il large hill. Il secondo invece ha fatto segnare il miglior punteggio, atterrando a 129.5m e appoggiando un ottimo telemark nonostante la misura. Per gli azzurri è comunque una buona posizione di partenza, da cui tenteranno la rimonta nel fondo.

Potranno mettere in gioco le qualità sugli sci stretti Germania II (Jakob Lange – Manuel Faißt) a 1’14’’, così come Austria I (Bernhard Flaschberger – Paul Gerstgraser) a 1’29’’ e Stati Uniti I (Bryan e Taylor Fletcher) a 1’41’’.

In ultima posizione con un distacco di 3’08’’ partirà Italia II, formata da Lukas Runggaldier e Manuel Maierhofer, entrambi in difficoltà sul trampolino.

Appuntamento con il segmento di fondo previsto alle 13.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA