Domenica 21 Aprile, 4:31
Utenti online: 137
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

foto di 2018 Getty Images

Combinata: Jarl Magnus Riiber è il nuovo Re, la sfera di cristallo torna in Norvegia dopo vent'anni

Combinata: Jarl Magnus Riiber è il nuovo Re, la sfera di cristallo torna in Norvegia dopo vent'anni

Il norvegese classe 1997 ha vinto in volata entrambe le gare di Klingenthal, chiudendo matematicamente la lotta per la sfera di cristallo. 

Nel segmento di salto di Gara 1 il punteggio migliore è stato fatto registrare a sorpresa da Johannes Lamparter, fresco vincitore dei mondiali juniores di Lahti. Il giovane austriaco, spintosi a 139 m, si è messo alle spalle il connazionale Rehrl di 5” e il tedesco Faisst di 13”. Riiber invece a metà gara si è ritrovato in 4a piazza, a 27” dal battistrada.

Il norvegese ha poi iniziato la frazione di fondo a tutta e in pochi chilometri si è riportato sugli atleti che lo precedevano. Dopo averli raggiunti il ritmo si è però abbassato notevolmente. Da dietro sono quindi rientrati Geiger, Rydzek, Hirvonen e Herola. Nel finale Riiber ha dimostrato ancora una volta di essere uno sprinter temibile, battendo al photofinish Vinzenz Geiger. Ha chiuso invece terzo Johannes Rydzek.

Ilkka Herola ha fatto registrare il miglior tempo sugli sci e dopo aver rimontato una decina di posizioni ha chiuso ai piedi del podio, appena davanti a Franz-Josef Rehrl 5°, Fabian Riessle 6° e Eero Hirvonen 7°. Buona prova nel fondo per Johannes Lamparter che è finito a 22” dal vincitore. Hanno chiuso nella top 10 anche Manuel Faisst 9° e Wilhelm Denifl 10°.

Qui il risultato completo!

L’abbondante nevicata e il forte vento che si sono abbattuti su Klingenthal domenica mattina, hanno costretto la direzione gara ha cancellare il segmento di salto di Gara 2. Per la frazione di fondo si è quindi tenuto conto del risultato del Provisional Competition Round disputato venerdì. Il primo a uscire dal cancelletto è stato Manuel Faisst, che ha preso il via con 8” su Wilhelm Denifl, 9” su Franz-Josef Rehrl e 15” su Jarl Magnus Riiber.

In poche centinaia di metri i primi quattro si sono ricompattati ma nessuno ha preso l’iniziativa. Il ritmo blando ha permesso quindi a diversi atleti di rientrare. Con il passare dei chilometri al gruppo di testa si sono infatti accodati Riessle, Geiger, Herola e Hirvonen. Sull’ultima salita Herola ha lanciato un attacco deciso ma Riiber e Riessle non si sono lasciati sorprendere. Tutto si è dunque deciso in volata, vinta ancora una volta dal norvegese, che sul rettilineo finale non ha lasciato scampo a Ilkka Herola 2° e Fabian Riessle 3°.

Sono finiti invece ai piedi del podio Vinzenz Geiger 4° ed Eero Hirvonen 5°, che hanno preceduto Franz-Josef Rehrl 6° e Manuel Faisst 7°. Sono entrati nella top 10 anche gli austriaci Wilhelm Denifl 8°, Martin Fritz 9° e Lukas Klapfer 10°.

Con i 200 punti ottenuti a Klingenthal, Jarl Magnus Riiber ha conquistato con quattro gare d’anticipo la sfera di cristallo, che torna in Norvegia dopo vent’anni di assenza. Il norvegese ha raggiunto inoltre le 10 vittorie stagionali in Coppa del Mondo, e d’ora in poi potrà concentrarsi esclusivamente sui mondiali.

Qui il risultato completo!

 

Qui la classifica di Coppa del Mondo! 

 

Il prossimo fine settimana la Coppa del Mondo farà tappa a Lahti (Fin), dove sabato è in programma una Team Sprint e domenica una prova individuale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA