Questo sito contribuisce alla audience de

Via all'Australian New Zealand Cup: a Coronet Peak gli slalom parlano... statunitense

Foto di Redazione
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinoaustralian new zealand cup 2022

Via all'Australian New Zealand Cup: a Coronet Peak gli slalom parlano... statunitense

Alcuni atleti poi attesi in Coppa del Mondo e in allenamento nella località neozelandese, sono stati protagonisti delle prime quattro gare del circuito: vittorie per Hensien e Zimmermann tra le ragazze, Nelson e Ritchie per il settore maschile.

Un avvio di Australian New Zealand Cup interessante, con elementi di buon livello al cancelletto di partenza.

A Coronet Peak, in Nuova Zelanda, è cominciato il secondo più importante circuito estivo assieme alla South American Cup, con quattro slalom disputati in poco più di 24 ore, in attesa di spostarsi tra sabato e domenica prossima sugli impegni tra super-g e giganti (nel mezzo, qualche giorno di pausa e... allenamento).

E' stato un dominio statunitense tra i pali stretti, con le giovani a stelle e strisce (in allenamento nell'emisfero australe già da un paio di settimane) che hanno monopolizzato il podio in entrambe le occasioni. Nel primo slalom, successo per Katie Hensien con ben 8 decimi di margine sulla giovanissima Ava Sunshine e 1”69 nei confronti di Zoe Zimmermann. Quest'ultima ha poi vinto gara-2, sfruttando anche l'uscita di Hensien nella 2^ manche, battendo di 34 centesimi la stessa Sunshine, ancora seconda, e di 1”07 Allie Resnick. Doppio 4° posto per la giovane svizzera Baumann, mentre un'altra protagonista ormai stabile in CdM, seppur non ai piani alti, come la padrona di casa Piera Hudson ha concluso due volte sesta.

Il primo slalom maschile ha segnalato una doppietta USA, con il classe 2001 Isaiah Nelson che ha preceduto di 41 centesimi Benjamin Ritchie, mentre lo svizzero Dionys Kippel, 3° a + 0”82, ha tenuto giù dal podio per 3 centesimi il ben più esperto connazionale Reto Schmidiger.

Nel secondo appuntamento, andato in scena nella scorsa notte italiana, Ritchie (ex iridato jr di slalom) ha regolato Schmidiher, secondo, per 58 centesimi con il giovane norvegese Andreas Amdahl terzo a 2”18, davanti a Nelson (4°) e Ian Gut, quinto. Decimo posto per Vittorio De Pieri (che era uscito nel primo slalom), unico italiano in gara e già in luce nelle prime gare FIS di Cardrona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
64
Consensi sui social