Questo sito contribuisce alla audience de

Elezioni FIS: Lehmann battuto e "deluso" da Schroecksnadel, mentre Pinturault applaude Eliasch

Foto di Redazione
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinoelezioni fis

Elezioni FIS: Lehmann battuto e "deluso" da Schroecksnadel, mentre Pinturault applaude Eliasch

Le reazioni dopo la nomina del numero 1 della Federazione Internazionale. Il vincitore della Coppa del Mondo, che conosce bene il nuovo Presidente lavorando da anni con Head: "E' l'uomo giusto per apportare cambiamenti".

C'è un vincitore netto, e risponde al nome di Johan Eliasch, e un grande sconfitto, ancor più degli altri candidati Sarah Lewis e Mats Arjes, ovvero Urs Lehmann.

Le elezioni FIS, andate in scena ieri, hanno rappresentato in qualche modo un momento storico per la Federazione Internazionale, visto che si tornava a votare dopo l'era Gian Franco Kasper e, 70 anni dopo l'inizio della lunghissima presidenza (ben 47 anni, dal 1951 al 1998) targata Marc Hodler, non sarà più uno svizzero a guidare il massimo organismo delle discipline invernali.

Proprio il riferimento elvetico e numero 1 di Swiss-Ski, l'ex campione del mondo di discesa a Morioka 1993, era il favorito almeno sino a qualche settimana fa. Lehmann ha concluso il primo turno, già decisivo, sotto il 22% contro il 54% di Eliasch, con il mancato appoggio di casa Austria (e tutto ciò che ne consegue) che, secondo quanto riportano i media vicini alle vicende di casa Wunderteam, è stato giustificato da Peter Schroecksnadel con il cambiamento di alcuni fattori che avrebbero portato l'ormai ex presidente dell'OESV (il prossimo 19 giugno la ratifica del nuovo corso in mano a Karl Schmidhofer), che farà parte del consiglio FIS alla pari dello stesso Lehmann, a togliere l'appoggio al candidato svizzero per supportare Eliasch.

Una grande delusione personale”, l'ha definita il presidente di Swiss-Ski.

Chi invece esulta per l'elezione del milionario svedese, CEO di Head, è Alexis Pinturault. Chiaro, il vincitore della Coppa del Mondo 2020/21 gareggia da tanti anni con il marchio austriaco, ma come ha spiegato al quotidiano Le Dauphiné, il campione transalpino (così come Ted Ligety, pieno sostenitore del neo presidente) sostiene Eliasch in quanto conosce bene le sue idee. “E' stata una vittoria sorprendente nella misura, ma certo è un'ottima notizia per il nostro mondo – le parole di Pinturault – Ci vorrà tempo per i cambiamenti, ma sono necessari perchè la FIS va ridisegnata e Eliasch è l'uomo giusto, pensiamo solo a quanto fatto con Head.

Nessuno mi ha consigliato di sostenerlo, ma ho spesso parlato con lui di varie questioni e mi ha convinto, anche perchè ha una grande passione per il mondo della neve. Credo davvero sia l'uomo giusto per questo ruolo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social