Questo sito contribuisce alla audience de

Stefan Luitz diventa un "ribelle": dopo una vita con Rossignol, ecco il passaggio a Head col sogno olimpico

Foto di Redazione
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinomateriali

Stefan Luitz diventa un "ribelle": dopo una vita con Rossignol, ecco il passaggio a Head col sogno olimpico

Il gigantista tedesco ha annunciato il cambio di materiali: competitivo solo nella seconda parte di stagione, proverà a ritrovarsi al vertice nell'anno che porterà a Pechino 2022 (ricordando la beffa di Sochi 2014).

A neppure 21 anni era ad un passo dalla medaglia olimpica, quando sul traguardo della 2^ manche del gigante olimpico di Sochi, Stefan Luitz gettò letteralmente alle ortiche almeno l'argento alle spalle di Ted Ligety, uscendo praticamente all'ultima porta.

Otto anni più tardi, lo specialista tedesco proverà a rifarsi di quel giorno amarissimo, in occasione dei Giochi di Pechino che affronterà, come tutta la prossima stagione, con una grande novità: nei giorni scorsi, infatti, Luitz ha annunciato l'addio a Rossignol, la casa che l'ha seguito praticamente da inizio carriera, vincendo con il marchio transalpino la sua unica gara di Coppa del Mondo (il discusso gigante di Beaver Creek 2018, con successo tolto per il “caso dell'ossigeno” e poi restituito), per cominciare un percorso con Head.

Il gigantista teutonico è reduce da un altro anno ricco di alti e bassi: 7° nel parallelo di Lech/Zuers, mai in top ten nella sua disciplina sino ai Mondiali di Cortina, dove ha gareggiato reduce da un infortunio (lesione alla coscia sinistra, che l'ha tenuto fuori da Adelboden sino alla rassegna iridata di febbraio) e ha fatto molto bene, concludendo 7° in gigante e con la medaglia di bronzo al collo grazie al team event.

Luitz ha chiuso discretamente bene il 2020/21, con i due decimi posti nei giganti di Kranjska Gora e delle finali di Lenzerheide, poi la svolta. Per uno dei talenti più attesi dell'ultimo decennio, mai sbocciato definitivamente ai livelli che ci si attendevano da lui (anche a causa dei tanti problemi fisici), arriva ora un momento cruciale per ritrovarsi ai massimi livelli a 28 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
67
Consensi sui social