Domenica 18 Agosto, 12:45
Utenti online: 756
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Marcel Hirscher trionfa per la sesta volta di fila nel gigante dell'Alta Badia

Marcel Hirscher trionfa per la sesta volta di fila nel gigante dell'Alta Badia

Il re della Gran Risa (e non solo) rimane sul suo trono: Marcel Hirscher vince per la sesta volta consecutiva il gigante maschile di Coppa del Mondo dell’Alta Badia.

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

Le vittorie totali in Coppa per il marziano austriaco sono 61, 30 in gigante, ed è molto probabile che diventino rispettivamente 62 e 31 in virtù della possibilissima squalifica di Stefan Luitz dal gigante di Beaver Creek, inoltre è al terzo successo stagionale, il secondo in gigante, e anche qui si potrebbe aumentare di una unità, mentre i podi totali in Coppa sono 127 e ovviamente ritorna in testa alla classifica generale. Oggi per l’ennesima volta ha bastonato tutti correndo un rischio solo sulla porta dell’ultimissimo dosso: dietro di lui ci sono due francesi, Thomas Fanara, secondo a 2”53, e Alexis Pinturault, terzo a 2”69, per Fanara, che ha rimontato dalla quattordicesima posizione, è il dodicesimo podio in Coppa, tutti in gigante, il primo dal trionfo di St. Moritz del 19 marzo 2016 e diventa a 37 anni e 8 mesi il più vecchio di sempre a salire sul podio in Coppa tra le porte larghe. Anche per Pintu, che ha recuperato dal settimo posto di metà gara, è il primo podio stagionale, il 47° in Coppa, il 28° in gigante.

Fuori dal podio per 3 soli centesimi l’altro austriaco Manuel Feller, quarto, miglior risultato in carriera per lo statunitense Tommy Ford che col quinto posto migliora il sesto conquistato in Val d’Isère otto giorni fa, sesto dal secondo posto nella prima manche lo svedese Matts Olsson, ottavo lo svizzero Loïc Meillard, noni ex-aequo addirittura in tre: lo sloveno Žan Kranjec, il francese Victor Muffat-Jeandet e lo svizzero Thomas Tumler. Sprofondano il norvegese Henrik Kristoffersen, quattordicesimo, e il tedesco Stefan Luitz, ventesimo. Fuori, tra gli altri, il terzo della prima manche, il 21enne promettentissimo svizzero Marco Odermatt. Casa Italia: miglior tempo di manche per 24 centesimi davanti a Hirscher per Luca De Aliprandini che finalmente si sveglia e risale dal ventottesimo al settimo posto, ventunesimo Manfred Moelgg. Domani a partire dalle 18,15 il gigante parallelo in notturna sulla parte finale della Gran Risa.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA