Questo sito contribuisce alla audience de

"La Grande Storia della 3Tre" apre il Festival dello Sport. I racconti di Rocca e una mostra unica

Foto di Redazione
Info foto

3Tre Campiglio

Sci Alpinoil festival dello sport 2022

"La Grande Storia della 3Tre" apre il Festival dello Sport. I racconti di Rocca e una mostra unica

A Trento un evento dedicato al leggendario slalom di Campiglio, con l'ultimo vincitore italiano presente assieme a Paolo Luconi Bisti, che ha allestito una mostra visibile sino a tutto il week-end a Palazzo Geremia. Per l'appuntamento di venerdì con "Tutto il rosa dei Giochi" ci sarà anche Tina Maze...

C'era un bel sole a Trento nella mattinata odierna per salutare la prima giornata dell'edizione 2022 del Festival dello Sport, eppure in Piazza Duomo il profumo di neve si sentiva forte e chiaro. Sarà perché al 22 dicembre e all'edizione numero 69 della 3Tre mancano esattamente tre mesi, sarà perché è proprio nel capoluogo trentino che l'odierna classica campigliana affonda le sue radici storiche, dall'idea dei fondatori Pier Antonio Ceri, Gian Giacomo Colombo, Rolly Marchi, Fabio Conci, Camillo Rusconi e Antonio Caliari, ma sono stati in tanti a rispondere al richiamo dello sci in Piazza Duomo per uno dei primissimi appuntamenti della rassegna ideata da “La Gazzetta dello Sport”.

Protagonisti sul palco sono stati Giorgio Rocca, l'ultimo italiano a trionfare nel tempio dello slalom italiano, il Canalone Miramonti, nell'ormai lontano 2005, e Paolo Luconi Bisti insieme al suo “La Grande Storia della 3Tre”, il volume edito da Giunti che di questa storia ripercorre le pagine più intense a partire dal 1950.

Nell'incontro moderato da Carlo Martinelli sono emersi il passato e il presente della 3Tre e dello sci italiano: dalle origini e il peregrinare delle “3 Gare in Trentino” fino all'incontro con Campiglio, fino all'atteso ritorno del grande pubblico su un Canalone Miramonti che da troppi anni attende di rivedere sventolare il tricolore. “Quando ero ancora in attività, pur avendo centrato tre terzi posti prima dell'annata magica del 2005, non mi rendevo conto di quanto conquistare la 3Tre fosse un'impresa complicata - ha raccontato Rocca - Adesso quel successo, e quell'annata nel suo complesso, acquisiscono una dimensione diversa: furono senza dubbio il mio momento di gloria.

Oggi lo slalom italiano ha bisogno di trovare un nuovo faro, e il pubblico di Campiglio tornerà a gridare di gioia come nelle giornate più indimenticabili”.

Nella prima giornata del Festival dello Sport è stata inaugurata anche la speciale mostra fotografica “Trentatré Campioni alla 3Tre”, curata da Paolo Luconi Bisti, che sarà aperta a Palazzo Geremia sino a domenica 25 settembre: una selezione delle immagini più significative delle stelle che hanno fatto la storia della Classica di Campiglio, tratte dall'archivio Bisti, a firma dello stesso Paolo e del padre Giovanni Battista. Dopo la prestigiosa occasione di Trento, la 3Tre proseguirà il suo viaggio promozionale in giro per l'Italia: il prossimo appuntamento è in programma giovedì 27 ottobre a Bologna.

Intanto, venerdì al Festival dello Sport si parlerà ancora di neve e grande sci con l'evento programmato alle ore 11.00, al Teatro Sociale di Trento, denominato “Tutto il rosa dei Giochi”. Si tratta di un nuovo lancio verso le Olimpiadi di Milano Cortina 2026 con le donne che hanno fatto la storia di varie discipline: novità dell'ultima ora la presenza di Tina Maze, al fianco delle tante campionesse azzurre presenti, da Gabriella Paruzzi a Michela Moioli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
13
Consensi sui social