Martedì 12 Novembre, 9:01
Utenti online: 30
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Giornalista

foto di Getty Images

La 3Tre si spinge fino a... Mosca: mercoledì l'evento per presentare lo slalom di Campiglio dell'8 gennaio 2020

daniel Yule

Un'occasione unica, che va al di là dell'aspetto sportivo, per la gara in notturna che in questa stagione di Coppa del Mondo ha cambiato data.

La 3Tre di Madonna di Campiglio ospiterà la 66^ edizione dello storico slalom sul Canalone Miramonti il prossimo 8 gennaio 2020 (gli orari di inizio delle manches tornano al classico 17.45-20.45), oltre due settimane più tardi rispetto alla classica data utilizzata negli ultimi anni, quella del 22 dicembre che tornerà tale dall'annata 2020/21.

Il comitato organizzatore guidato da Lorenzo Conci ha già aperto ufficialmente le prevendite online, disponibili sul sito www.3trecampiglio.it, con settori suddivisi tra Area Nord (posto in piedi sul lato destro della pista) e Area Sud (in piedi dall'altro lato) al prezzo di 14 euro, oltre alla Tribuna 3Tre al prezzo di 32 euro, e biglietti acquistabili anche presso i punti vendita convenzionati a Madonna di Campiglio.

L'ultima novità di un evento atteso a 360°, riguarda il “3Tre on Tour”, l'appuntamento che porta la gara di Coppa del Mondo in giro per l'Italia nei mesi precedenti alla sfida, ma ora anche... all'estero. Mercoledì 23 ottobre, dopo l'apertura tra Parma e Trento, ci sarà un vernissage a due passi dalla piazza Rossa di Mosca, a partire dalle ore 19 all'Audi City Moscow.

Una presentazione che coinciderà proprio con le festività per il Natale Ortodosso, organizzata dal Comitato 3Tre (rappresentato per l'occasione dal presidente Lorenzo Conci) e l'APT Madonna di Campiglio-Pinzolo-Val Rendena (con il direttore generale Matteo Bonapace), in collaborazione con Trentino Marketing, Enit Russia e la Federazione Russa di sci.

Con la sfera di cristallo in bella vista, spazio anche all'offerta gastronomica con Davide Rangoni, chef del ristorante Dolomieu (1 stella Michelin) che volerà a Mosca per deliziare gli ospiti coi profumi e i sapori tipici della grande cucina italiana direttamente dalle Dolomiti di Brenta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA