Domenica 19 Maggio, 10:55
Utenti online: 1298
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Tina Weirather trionfa nel superG di Crans-Montana, quarta Federica Brignone

Tina Weirather trionfa nel superG di Crans-Montana, quarta Federica Brignone

Imponendosi a Crans-Montana Tina Weirather è la prima in stagione a vincere due superG femminili di Coppa del Mondo e mette la sua ipoteca sulla sua riconferma in vetta alla coppa di specialità.

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

Nona vittoria in Coppa e settima in superG per la portacolori del Liechtenstein su una pista con partenza abbassata e quindi senza la parte alta piuttosto difficile, 36 centesimi il suo vantaggio sull’austriaca Anna Veith che si è giocata la vittoria sbagliando completamente direzione sull’ultimo salto come peraltro hanno fatto tante altre. Straordinaria terza col numero 31 a 38 centesimi la svizzera Wendy Holdener, mai meglio del diciannovesimo posto in superG prima di oggi, questo è il suo ventiduesimo podio in Coppa e se diventa competitiva anche in questa specialità può davvero lottare per la classifica generale nei prossimi anni.

Buttate giù dal podio, quarte ex-aequo, l’altra svizzera Michelle Gisin e Federica Brignone, la migliore delle azzurre, sesta e ottava le austriache Christine Scheyer e Stephanie Brunner, entrambe al miglior risultato in superG, la seconda mai nelle dieci prima di oggi come Holdener, settima la svizzera Lara Gut che è l’unica a poter strappare la coppa di specialità a Weirather, il suo distacco è di 46 punti, nona la quarta svizzera, Joana Hählen, decima la seconda azzurra, Hanna Schnarf, che scende dal terzo al quinto posto nella classifica di specialità subito davanti a Brignone.

Le altre azzurre: quindicesima una Sofia Goggia ancora pasticciona in questa specialità, sedicesima Marta Bassino, ventiduesima Nicol Delago, trentaduesima Nadia Fanchini, trentacinquesima Anna Hofer, trentottesima Federica Sosio. Passerella finale per Verena Stuffer, abbracciata e innaffiata di spumante al parterre dalle compagne di squadra, per lei l’addio definitivo arriverà dopo i campionati italiani assoluti. Oltre a Schnarf e Brignone sono qualificate per le finali di Åre Goggia in nona posizione e Nadia Fanchini in diciannovesima.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA