Questo sito contribuisce alla audience de

Super Brignone mette la sesta e batte tanti record: "Coppa? Nessun rimpianto, Lara è stata migliore di me"

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinofinali coppa del mondo

Super Brignone mette la sesta e batte tanti record: "Coppa? Nessun rimpianto, Lara è stata migliore di me"

Il sesto capolavoro di stagione, dominando il gigante delle finali di Saalbach, lancia la valdostana a quota 27 successi in CdM, per 68 podi e il nuovo record di punti in casa Italia. Le parole del post gara, intanto Bassino rassicura tutti: "Sto bene, complimenti a Federica, da guardare e ammirare".

La donna italiana più vincente di sempre, l'atleta in assoluto con più punti (1472) conquistati in una singola stagione, e non è finita qui, seconda nelle classifiche di gigante e nella generale, visto che è già certa la piazza d'onore di Federica Brignone, che ha effettuato il contro-sorpasso su Mikaela Shiffrin, assente per super-g e discesa di queste finali.

Solo Lara Gut-Behrami ha impedito un inverno da record alla straordinaria 33enne di La Salle, ma forse ancor più rispetto a 4 anni fa, la stagione della storica prima sfera di cristallo per un'azzurra, il rendimento della vice campionessa olimpica di gigante è stato clamoroso.

Sei vittorie (furono cinque nel 2019/20), il doppio dei podi, per arrivare a quota 68 totali e 27 successi, di cui quasi la metà tra le porte larghe, dopo aver dominato gli ultimi due giganti tra Are e, appunto, sotto il sole battente di Saalbach.

Semplicemente due spanne superiori alle rivali in queste condizioni, Brignone ha battuto con quasi un secondo e mezzo di margine Alice Robinson, al quinto podio stagionale senza poter esultare per un successo che alla neozelandese manca dalle finali di Lenzerheide 2021 (ma ora è tornata davvero a fare paura a tutte), con Stjernesund a completare il podio di giornata.

E' stata una gara nella quale mai avrei pensato di vincere, considerando anche l'errore della seconda manche dopo il piano – ha ammesso candidamente Federica nell'intervista con Simone Benzoni in casa Rai Sport – E' stato incredibile tagliare il traguardo e vedermi prima, sono rimasta sorpresa ma vivo un grande stato di forma, sono tornata anche di testa.

Ero tesa prima della 2^ manche, questa volta, poi con il caldo si trattava di una gara davvero molto difficile, riuscire a vincere ancora è stato bellissimo, sono tre week-end di fila...

Il record di punti? Anche quella è una cosa in più, non recrimino niente per la stagione, a gennaio ho sbagliato e mi mancano i punti di Jasna (dove uscì alla quarta porta in quella manche molto particolare...). Lara è stata migliore di me, non ha mai sbagliato e oggi doveva solo scendere o quasi; sinceramente non ci speravo, volevo solo fare una gara a tutta e mostrare la parte migliore di me.

Io e Lara siamo tra le più “vecchie” del circuito, è incredibile quanto stiamo facendo, anche solo stare lì con lei per me è un onore, c'è grande stima reciproca. Vittoria alla Tomba oggi? Di numeri ne ho fatti, me la sono giocata al limite ma quando attacco vado forte, rendere l'impossibile possibile è pazzesco e proverò a continuare a farlo”.

Ha fatto correre un brivido lungo la schiena la bruttissima inforcata di Marta Bassino, che ha perso il primo sotto gruppo di specialità con questo “zero”, ma davvero ciò che conta è aver salvato il ginocchio destro che ha subito una torsione pazzesca: “Ho fatto un bel volo ma sto bene – ha rassicurato “Bax” parlando a Rai Sport - Ho picchiato con la testa e bisognerà vedere solo per quello nelle prossime ore. Federica ha fatto due manches super, in entrambe con un errorino che quasi andava per terra.

E' sempre solida e in fiducia piena, da ammirare e guardare. Il mio bilancio? Per ora posso dire che si è trattato di una stagione non così facile in generale, per la sciata e la fiducia, ci sono stati tanti infortuni in squadra, ma cerchiamo sempre di andare avanti e concentrarci su noi stesse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
4k
Consensi sui social