Martedì 12 Novembre, 9:57
Utenti online: 36
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Giornalista

foto di 2019 Getty Images

Sul Rettenbach la prima perla di Alice Robinson! Shiffrin bruciata per 6 centesimi, niente podio per Brignone: è quinta

Sul Rettenbach la prima perla di Alice Robinson! Shiffrin bruciata per 6 centesimi, niente podio per Brignone: è quinta

L'opening di Coppa del Mondo a Soelden ha regalato subito mille emozioni con il gigante femminile.

A domare il Rettenbach è stata una straordinaria Alice Robinson, al primo trionfo in carriera con un finale pazzesco, beffando Mikaela Shiffrin per soli 6 centesimi.

Semplicemente fenomenale quello che ha fatto la 17enne neozelandese, già seconda nel gigante delle finali di Soldeu dietro alla regina della Coppa del Mondo, che questa volta si è dovuta inchinare dopo aver terminato davanti alla “millennial” più incredibile del circuito dopo la 1^ manche, che Mikaela comandava con 14 centesimi di margine. Una sbavatura nella seconda parte del muro è stata fatale alla statunitense, che ha regalato qualcosa nel piano finale, senza però riuscire ad ottenere il 61° successo della carriera.

E al terzo posto riecco Tessa Worley (staccata di 36 centesimi con una grande 2^ manche), sul podio per il terzo anno consecutivo a Soelden, mentre l'Italia è scesa dopo quattro edizioni nelle quali aveva sempre piazzato un'atleta tra le prime tre. Federica Brignone, quinta alla fine, non è riuscita a difendere il 3° posto della prima manche, superata dalla francese e da Mina Fuerst Holtmann (per soli 2 centesimi), al miglior risultato della carriera con la quarta piazza conquistata. Appena alle spalle della valdostana, che ha concluso a 87 centesimi da Robinson, ecco l'altra norvegese Maria Therese Tviberg, anch'essa al miglior piazzamento in Coppa del Mondo dopo una rimonta partita dal 26° tempo della 1^ manche.

Una 2^ manche che è stata certamente condizionata dal caldo e da una pista parecchio deteriorata, con la situazione ulteriormente peggiorata per il lungo stop dovuto al grave infortunio (si teme una lesione al crociato del ginocchio destro) occorso a Bernadette Schild, che ha costretto ad una pausa di 15 minuti per soccorrere la sfortunata austriaca.

Se Meta Hrovat è deragliata nella run decisiva dopo il 4° posto della prima discesa, hanno completato la top ten altre atlete in grande rimonta come Franziska Gritsch, nettamente la migliore delle austriache col 7° posto, una rediviva Lara Gut-Behrami (parsa comunque in crescita già nella prima), seguita da Michelle Gisin e da una sorpresa come la velocista Ramona Siebenhofer.

Seconda miglior azzurra al traguardo Marta Bassino, 12esima, precedendo le altre tre grandi deluse Rebensburg, Vlhova e Holdener, mentre Francesca Marsaglia ha perso tantissime posizioni dopo il 9° posto della 1^ manche, finendo addirittura 26esima e alle spalle delle compagne di squadra Curtoni, 21esima, e Melesi, 24esima e ai primi punti in Coppa, mentre non si erano qualificate per la seconda manche Goggia (fuori per 3 centesimi), Midali e Pichler.


CLICCA QUI PER IL RISULTATO DELLA GARA


CLASSIFICA GIGANTE FEMMINILE SOELDEN (TOP 15)


Alice Robinson in 2'17”36

Mikaela Shiffrin + 0”06

Tessa Worley + 0”42

4° Mina Fuerst Holtmann + 0”85

Federica Brignone + 0”87

6° Maria Therese Tviberg + 1”03

7° Franziska Gritsch + 1”41

8° Lara Gut-Behrami + 1”46

9° Michelle Gisin + 1”47

10° Ramona Siebenhofer + 1”50

11° Tina Robnik + 1”55

12° Marta Bassino + 1”66

13° Viktoria Rebensburg + 1”73

14° Petra Vlhova + 1”78

15° Wendy Holdener + 1”85

21° Irene Curtoni + 2”48

24° Roberta Melesi + 2”65

26° Francesca Marsaglia + 2”79

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Slalom Gigante Femminile Soelden (AUT)
PODIO
NZL

Nation: NZL
Status: ACT

Nation: USA
Status: ACT

Nation: FRA
Status: ACT