Brignone, una furia nella 2^ manche per rinascere: "Ho trovato coraggio". Zenere, cos'hai fatto?!

Foto di Redazione
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Brignone, una furia nella 2^ manche per rinascere: "Ho trovato coraggio". Zenere, cos'hai fatto?!

Il quarto posto nel gigante che vinse quasi 3 anni fa, riporta a livello la valdostana che, ancora, sente di non avere la sciata dei giorni belli. Le parole della vicentina, strepitosa con l'11° posto, e di una Goggia delusa dalla mancata qualificazione (ma col pensiero a Sankt Moritz...).

Un'autentica furia nella 2^ manche sulla Kandahar G.A. Agnelli, la pista che domò il 18 gennaio 2020 per il trionfo, condiviso con Petra Vlhova, che da Sestriere la avvicinò verso il sogno della Coppa del Mondo poi conquistata a fine stagione.

Federica Brignone ha solo sfiorato l'atteso cinquantesimo podio nel massimo circuito, chiudendo quarta a 66 centesimi da Marta Bassino che ha regalato all'Italia un altro successo al Colle, ma questo piazzamento della valdostana ha un valore simbolico decisamente più alto, dopo un avvio dell'annata 2022/23 davvero complicato, a partire dalla preparazione rabberciata sin dall'estate. “Oggi sono molto orgogliosa di ciò che ho fatto – le parole di Fede ai microfoni di Rai Sport – Nella 2^ manche sono riuscita ad attaccare, ho trovato il coraggio in una situazione difficilissima.

Faccio i complimenti a Marta, sta sciando davvero benissimo e per me oggi era la favorita assieme a Sara, l'hanno dimostrato. Io sono contenta di aver dato il massimo, non c'ero ancora riuscita in questa stagione”.

La terza azzurra al traguardo? Asja Zenere, 26 anni fra tre giorni, un talento atteso da tempo e rallentato solo dagli infortuni, in particolare quel crociato che saltò ad Andalo, nella manche che la stava portando verso la prima vittoria in Coppa Europa, 3 anni fa. Lunedì scorso a Zinal, la vicentina che abita ora in Valsassina, quel primo hurrà nel circuito continentale l'ha finalmente conquistato, ma oggi col pettorale 43 in una prima manche a dir poco complicata, è andata oltre firmando un 12° tempo clamoroso. E nella seconda la ragazza di Enego ha attaccato senza paura, sfiorando la top ten per l'11° finale: “E' stata una settimana fantastica a partire dalla Coppa Europa – le parole di Asja, oggi appena alla terza gara in CdM, al collega Simone Benzoni in casa Rai Sport nell'immediato post gara – Meglio di così non sarebbe potuta andare, sono semplicemente troppo felice”.

E' stato un sabato difficile, invece, per una Sofia Goggia all'esordio stagionale in gigante: 3”74 di ritardo nella 1^ manche, lontana quasi un secondo dalla qualificazione. Sebbene anche a Copper Mountain ci sia stato tanto lavoro tra le porte larghe, nella disciplina che le ha regalato le maggiori soddisfazioni all'inizio del suo percorso nel massimo circuito (con la perla del bronzo mondiale a Sankt Moritz 2017), la bergamasca soffre da tempo. “Non era la gara ideale per il rientro – ha dichiarato la leader della discesa a fisi.org – Ho fatto molta fatica, l'ho portata a termine ma sapevo di essere in ritardo. Non ho ancora gli automatismi del gigante, visto anche il poco allenamento specifico.

Tanto ho perfettamente la cognizione di cosa fanno i miei sci in discesa, quanto mi manca tutto ciò in questa specialità Appuntamento a Sankt Moritz”. Da mercoledì con la prima prova, verso le due discese e poi il super-g per il trittico in Engadina, a guidare l'Italrosa toccherà di nuovo a lei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
381
Consensi sui social

SCI, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Head sci  wc rebels e-race sw rp evo 14 con attacchi freeflex st 14

BOTTERO SKI

HEAD - sci wc rebels e-race sw rp evo 14 con attacchi freeflex st 14

599.00 €

La novità 2023 di head, gli sci e-race sono sci reattivi, stabili e precisissimi nelle prese di curva, anche le più complesse e strette.   dotati di...