Lunedì 19 Agosto, 5:27
Utenti online: 128
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di instagram Alice Robinson

Alice Robinson già verso la polivalenza? La stellina neozelandese "subentra" a Shiffrin sulle nevi di Mammoth Mountain

Alice Robinson già verso la polivalenza? La stellina neozelandese 'subentra' a Shiffrin sulle nevi di Mammoth Mountain

Primo podio di Coppa del Mondo a soli 17 anni, l'aspirante campionessa si allena in California e progetta un futuro ad altissimi livelli

Se dovessimo indicare la rivelazione della stagione femminile di Coppa del Mondo, potremmo anche parlare di talenti come Katharina Liensberger o Meta Hrovat, ma certo quel che ha fatto Alice Robinson specialmente nella seconda parte di stagione è stato sensazionale.

La stellina proveniente dalla Nuova Zelanda, a soli 17 anni e tre mesi, è stata capace di salire su un podio nel massimo circuito, concludendo al 2° posto lo slalom gigante delle finali di Coppa a Soldeu, battuta solo da sua maestà Mikaela Shiffrin. E proprio la fuoriclasse americana ha lasciato spazio a colei che, pur con quasi 7 anni in meno, proverà a contrastarla nel corso delle prossime stagioni; Alice infatti si sta allenando in questi giorni a Mammoth Mountain, il resort californiano che presenta ancora condizioni di neve fantastiche e ha visto Shiffrin allenarsi in velocità sino allo stop per le meritate vacanze.

Ora è il turno di Robinson, che sui social ha lanciato un messaggio molto interessante: “Pali dritti per il super-g... sì o no?”, partendo dal cancelletto di partenza per un giro di allenamento. La gigantista nata a Sydney, infatti, potrebbe presto dedicarsi ad una seconda disciplina fissa anche in Coppa del Mondo, dopo aver già mostrato ottime cose in velocità nel SG delle finali di Coppa Europa a Sella Nevea, concluso al 2° posto, dopo il 15° ottenuto ai Mondiali juniores in cui dominò la sua gara, quella tra le porte larghe.

Robinson, nella stagione conclusa a marzo, ha disputato anche varie gare FIS divisa tra combinata, super-g, gigante e pure lo slalom, la specialità dove deve lavorare maggiormente anche se la strada della polivalenza, a quanto pare, è già tracciata...

© RIPRODUZIONE RISERVATA