Questo sito contribuisce alla audience de

Intervista a Claudio Durin, Responsabile Master Fisi del Comitato provinciale di Brescia

img 2739.png
Pianeta ItaliaMASTER SCI ALPINO

Intervista a Claudio Durin, Responsabile Master Fisi del Comitato provinciale di Brescia

Da sempre legato alla società Brixia Sci, appassionato sciatore fin da bambino, circa 8 anni fa Claudio Durin, Responsabile Master Fisi del Comitato provinciale di Brescia, ha rincominciato ad allenarsi e a partecipare a qualche gara master. Il suo obiettivo è quello di continuare per i prossimi anni a rappresentare i master Bresciani e a fare in modo di migliorare ed aiutare lo sviluppo dello sci. In questa intervista rilasciata a Neveitalia, Claudio Durin racconta il Circuito Master Cup Pontedilegno/Tonale e il mondo master in Lombardia.

Come nasce il Circuito Master Cup Pontedilegno/Tonale?

Il circuito è nato quest’anno dopo che il precedente organizzatore dell’ex Ski Master Cup ha deciso di non fare più nulla.  Di comune accordo con il responsabile Master delle Alpi Centrali, abbiamo steso i calendari dei due circuiti in modo che gli stessi fossero compatibili e permettessero a tutti i master lombardi di partecipare ad entrambi.

Come funziona il regolamento del Circuito Master Cup Pontedilegno/Tonale?

Il Circuito è articolato in 18 gare di slalom gigante e 3 di slalom speciale. Alla classifica finale accedono tutti gli atleti che hanno conseguito un minimo di 11 risultati utili su 22 gare complessive. Per la classifica finale vengono presi in considerazione tutti i risultati conseguiti con uno scarto dei peggiori 8. In caso di pari merito tra due o più atleti, vale il miglior risultato scartato (a seguire se ulteriore parità). Alla classifica finale per Società vengono considerati tutti i punteggi conseguiti dagli atleti delle stesse nelle singole gare, senza scarto alcuno.

Che tipo di atleti partecipa alle gare del Circuito Master Cup PontediLegno Tonale?

Alle nostre gare, che si svolgono tutte nel comprensorio Pontedilegno/Tonale, partecipano sia atleti lombardi che atleti del vicino Comitato Trentino. Mediamente abbiamo 120 partecipanti per gara.

Che differenze ci sono tra il Circuito Master Cup Pontedilegno/Tonale e l’altro Circuito lombardo Fischer Master Cup Alpi Centrali ?

La differenza principale è che il circuito Fischer ha tappe sia in Valtellina sia a Pontedilegno/Tonale, mentre , come suggerisce il nome, le nostre sono esclusivamente a Pontedilegno/Tonale .

Ci sono tappe dei due circuiti che vengono disputate contemporaneamente?

Sì, al momento della stesura dei calendari abbiamo concordato delle date in cui le gare fossero valide per entrambi i circuiti. Quest’anno sono state in concomitanza con la Coppa Italia Master e i Campionati regionali master, più un’altra gara. Visto le difficoltà di un movimento sempre in calo, abbiamo cercato di favorire il più possibile le trasferte.

Quale tra i due circuiti registra più partecipanti alle gare?

I partecipanti sono più o meno gli stessi e si attestano a circa 120/130 concorrenti per gara.

Com’è la situazione Master in Lombardia?

Purtroppo il movimento, come già accennato, è in costante deficit di partecipanti. Le ragioni sono da ricercare nella perdita di tesserati a livello nazionale. Non dimentichiamo poi che lo sci è uno sport non certo a buon mercato, duro e l’infortunio è sempre dietro l’angolo. Chi decide di gareggiare deve pagarsi tutto. Deve provvedere a cercare allenatori disponibili. Non ci sono società strutturate per l’attività master. Ci sono allenatori che aggregano atleti di più società. In pratica ci conosciamo tutti e ogni domenica ci ritroviamo per misurarci gli uni con gli altri. I primi con i primi, gli ultimi con ultimi. Lo spirito che deve animarci è quello della passione per questo splendido sport, capace di regalarci grandi soddisfazioni. Alla fine, in ogni gara, gareggi contro il cronometro e cerchi di migliorati di volta in volta.

 

Tutte le gare Master del Circuito Pontedilegno/Tonale su Pianeta Master

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
7
Consensi sui social