Giovedì 13 Dicembre, 18:58
Utenti online: 1878
Michela Caré
Michela Caré
Giornalista

Circuito Speed Master Cup, intervista a Vittorio Sovilla

Vittorio Sovilla

Vittorio Sovilla, Responsabile della Commissione  Senior – Master – Cittadini e Universitari del Comitato Fisi Veneto, e membro della Commissione Master Nazionale, racconta a Neveitalia il Circuito veneto Speed Master Cup.

Come nasce il Circuito Speed Master Cup?

Il Circuito Speed Master Cup è nato sull’onda di “Autodrive”. Era da un po’ di stagioni ormai che, durante le varie tappe del circuito Autodrive, molti atleti ci chiedevano se mai fosse possibile creare un circuito “Master” simile . A promuovere lo stesso, e dal nome “Speed”, si può intuire che dietro c’è un grande marchio di sci, Dynastar e il gruppo a cui appartiene; se mai avessimo avuto qualche perplessità sul portare avanti questo progetto, la Dynastar una volta interpellata, ci ha convinto entrando anche lei nel progetto stesso. Sappiamo tutti quanto Dynastar è vicina a questo segmento producendo sci specifici per le categorie Master. Il circuito è stato costruito, mettendo assieme delle gare Master che già erano in calendario per loro conto,  chiedendo l’autorizzazione alle società che le organizzano, le quali hanno risposto con estrema positività. È ovvio che i conti si fanno a fine stagione, ma siamo certi che, comunque vada, sarà un successo!

Com’è articolato il Circuito?

Sono previste 21 gare di cui 18 di slalom gigante e 3 di superG. Nella Classifica Generale per Gruppi, vengono premiati i primi 3 migliori atleti e le prime 3 migliori atlete. Nella Classifica per Categorie viene premiato/a il primo/a di ciascuna categoria, totalizzando il maggior punteggio mediante la somma dei punti di circuito nelle 10 migliori prestazioni in GS: due prestazioni in GS delle finali del 30 marzo a Passo Rolle con punti doppi e le due migliori prestazioni in superG. In caso di posizioni pari merito, sarà classificato per primo l’atleta che ha ottenuto più vittorie o migliori piazzamenti nei primi 3.
Per la Classifica generale delle Società vengono premiatr invece le migliori 3 società che abbiano totalizzato il maggior punteggio sommando i punti di coppa del mondo acquisiti da tutti i propri atleti in tutte le specialità di gara.

Come mai il Circuito non prevede la disciplina dello slalom speciale?

Quest’anno non è stato possibile inserirlo in quanto il Circuito è nato all’ultimo con gare già in calendario. Sicuramente per la prossima stagione ci saranno tutte le specialità: GS, SG e SL.

In quali località vengono svolte principalmente le gare del Circuito Speed Master Cup?

Non c’è una regola precisa e nessuna preclusione per nessuna località. Quest’anno siamo presenti al Passo Brocon, a Pampeago, al Cermis, a Forni di Sopra e a Passo Rolle dove ci sarà anche l’ultima tappa che vale come Finale con Punti Doppi.  

Più o meno quanti atleti partecipano ad ogni gara e che età hanno?

I numeri sono sempre difficili da dare e dipende sempre di più dal meteo. Se le previsioni sono brutte non si iscrivono ed ecco che puoi avere gare con 50/70 iscritti e gare con 100/150 iscritti. I gruppi Master più numerosi sono  B e C.  poi gli A e sempre pochissimi i gio-senior nelle gare di Categoria; la carenza più drammatica è nel gruppo D. 

Oltre al Circuito Speed Master Cup ci sono altri circuiti master in Veneto?

Circuiti cosi strutturati no.

Com’è la situazione Master in Veneto?

Dare un risposta precisa è un po’ difficile. Sicuramente quest’anno, almeno  fino ad ora, ad esclusione delle gare Istituzionali, un calo delle partecipazione c’è stato, non solo in Veneto ma un po’ dappertutto.

 

Per maggiori info sul Circuito Speed Master Cup consultare il sito Pianeta Master

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA