Questo sito contribuisce alla audience de

NHL: i Penguins hanno tre match ball per eliminare Washington

NHL: i Penguins hanno tre match ball per eliminare Washington
Info foto

Getty Images

HockeyHockey - NHL

NHL: i Penguins hanno tre match ball per eliminare Washington

Nell'unia partita della notte i Penguins si impongono all'overtime sui Capitals e si portano 3-1 nella serie.

TAMPA BAY LIGHTNING (2) - NEW YORK ISLANDERS (WC1) 2-1

E' la serie più fisica dei quarti di finale e sebbene gli Islanders, soprattutto in gara 3 in casa, abbiano cercato di intimidire sin dal riscaldamento gli avversari hanno trovato pane per i loro denti nei Lightning sicuramente più esperti del clima playoff. Eppure il Barclays Center ha fatto tremare un po' i polsi a Tampa se nel primo periodo martedì sera i Lightning sono stati sovrastati 6-17 nei tiri riuscendo però a limitare i danni a un 1-1 nel punteggio. Dalla sua parte della bilancia Tampa mette la capacità di gestire i periodi decisivi: in gara 1 negli ultimi 20 minuti risalì da 1-4 fino a 3-4, in gara 2 ha amministrato il vantaggio di 3-1 e in gara 3 ha dimostrato grandi doti di resilienza recuperando prima dal 2-3 poi dal 3-4 con soli 40 secondi da giocare. Domani sera si aspetta un'altra battaglia al Barclays Center che potrebbe dire molto sul futuro della serie.


WASHINGTON CAPITALS (1) - PITTSBURGH PENGUINS (2) 1-3

I Capitals che hanno messo le mani sulla President Cup senza mai perdere due partite di fila nella stagione regolare non ci sono più. Nella notte hanno concesso ai Penguins la terza vittoria consecutiva nella serie, una vittoria all'overtime nella quale, come nelle gare precedenti, Washington ha dimostrato di non riuscire a mettere le partite di questa serie sullo stile di gioco a loro più congeniale concedendo a Pittsburgh di imporre il fisico e la forza. Dal 1998 quando arrivarono in finale per la Stanley Cup, i Caps non riescono a superare il secondo turno e ora si trovano di fronte a partite dentro o fuori per superare questo tabù.


DALLAS STARS (1) - ST LOUIS BLUES (2) 1-2

La serie era iniziata in modo tutto sommato scontato con la vittoria degli Stars in gara 1 per 2-1 e l'attesa reazione dei Blues in gara 2 con vittoria all'overtime a pareggiare i conti. Gara 3 che si è svolta martedì sera mette però del sale sulla sfida tra le due contendenti che hanno chiuso la stagione regolare al vertice della Central Division: dopo essere andata sotto St. Louis ha spazzato Dallas con un impietoso 6-1 sul quale i Blues possono costruire per il futuro e che gli Stars devono dimenticare presto se vogliono riprendersi in mano la serie e proseguire il loro cammino.


SAN JOSE SHARKS (3) - NASHVILLE PREDATORS (WC1) 2-1

Una serie dove finora ha prevalso il fattore campo con San Josè che si era portata in vantaggio per 2-0 pur senza impressionare e potendo contare per il proseguio della serie sull'impressionante ruolino di marcia in trasferta in questa stagione: 28 vittorie esterne, il top della Lega, e 3 vittorie allo Staples Centre nei quarti di finale contro i Kings. Martedì sera a Nashville però i Predators sono riusciti a imporre la loro velocità e soprattutto la loro forza nelle superiorità numeriche imponendosi per 4-1 (con due reti in power play): la serie è riaperta e stanotte, in gara 4, gli Sharks cercheranno di rispettare i numeri che non li vedono sconfitti in due partite esterne di fila da prima di Natale, ma i playoff si sa possono essere un'altra cosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social