Martedì 18 Giugno, 13:44
Utenti online: 427

foto di 2018 Getty Images

Il mito delle Original Six

IL 'MITO' DELLE ORIGINAL SIX

Sappiamo tutti che le Original Six sono le squadre più antiche dell'hockey professionistico nord americano, le artefici della nascita della NHL. O forse ci sbagliamo?

Le leggende metropolitane si diffondono a macchia d’olio, riempiendo di falsi miti l’immaginario collettivo. 

Questa considerazione vale anche per le mitiche Original Six - Montréal Canadiens, Toronto Maple Leafs, Boston Bruins, Chicago Blackhwaks, Detroit Red Wings e i NY Rangers - che, contrariamente a quanto si creda, non sono state affatto (o quantomeno, non tutte e sei) le squadre fondatrici, nè tantomeno le prime squadre ad aver preso parte alla NHL.

Immaginiamo di fare un viaggio a ritroso nel tempo di 101 anni, precisamente tra il 22 e il 26 novembre 1917, e di trovarci alle riunioni tenutesi al Windsor Hotel di Montreal, che decretarono la nascita della National Hockey League. In quelle occasioni, seduti al tavolo delle trattative, in una stanza offuscata dal fumo dei sigari, troveremmo i presidenti delle squadre Quebec BulldogsMontreal CanadiensMontreal WanderersOttawa Senators e Toronto Arenas.

Non sfuggirà come soltanto due di queste squadre facciano parte delle odierne Original Six, ossia Toronto (che nonostante le variazioni di denominazione - Arenas, St. Pats e Maple Leafs - viene sempre considerata la medesima franchigia) e Montreal Canadiens. Gli Ottawa Senators dell'epoca, invece, non hanno nulla a che vedere con l'attuale franchigia, nata nel 1992.

Non c'è però da sorprendersi. Nei primi decenni dalla nascita della NHL, infatti, sono state numerose le squadre ad aver preso parte al campionato - alcune delle quali fondate decenni prima delle Original Six! - scomparse a causa della grande depressione del 1929 e della seconda guerra mondiale.

Ad esempio, ricordiamo i Quebec Bulldogs (fondati nel lontano 1887, e poi divenuti Hamilton Tigers nel 1920, parte della NHL sino al 1925), gli Ottawa Senators (nati nel 1883, hanno partecipato ai campionati NHL dal 1917 fino al 1934, vincendo in quegli anni 4 Stanley Cup), i Montreal Wanderers (fondati nel 1903 e scomparsi dopo la prima stagione NHL del 1917-18) i Montreal Maroons (nati nel 1924 e scomparsi nel 1938, con 2 Stanley Cup all’attivo), i Pittsburgh Pirates (dal 1925 al 1930, poi divenuti per una stagione Philadelphia Quakers prima di scomparire nel 1931) e i NY Americans (dal 1925 al 1941, nel 1942 Brooklyn Americans, e poi scomparsi durante la grande guerra).

Il primo team statunitense ammesso nella NHL furono i Boston Bruins nel 1924, seguiti nel 1925 dalla prima squadra di New York, gli Americans e dai Pittsburgh Pirates. Soltanto l’anno successivo, nel 1926, entrarono a far parte della Lega i Chicago Blackhawks, i New York Rangers e i Detroit Cougars (nel 1931 rinominati Falcons e infine, nel 1932, divenuti Red Wings).

Detto ciò, resta da chiedersi: da dove nasce l'appellativo ORIGINAL SIX ?

A seguito della grande depressione e della seconda guerra mondiale, tra tutte le squadre presenti in NHL, soltanto sei – Boston, Chicago, Detroit, Montreal, NY Rangers e Toronto – riuscirono a sopravvivere divenendo, dal 1942 fino al 1967, le uniche squadre della NHL per ben 25 stagioni!

Il soprannome Original Six venne coniato solo nel 1967 all’atto della prima grande espansione della NHL, che portò a una crescita del campionato da 6 a 12 partecipanti.
Le sei squadre “storiche” si auto-attribuirono questo nome per distinguersi dalle nuove leve: Los Angeles KingsMinnesota North Stars (oggi Dallas Stars), California SealsPhiladelphia FlyersPittsburgh Penguins e St. Louis Blues.

La volontà delle sei squadre storiche di distinguersi dalle neonate franchigie trovò chiaro riscontro nella struttura del campionato: in una conference (la East) le Original Six e, nell'altra (la West), le neo arrivate, così che in finale di Stanley Cup fosse sempre garantita la presenza di una delle Original.

Lo sanno bene i St. Louis Blues che nel 1968, 1969 e 1970 arrivano in finale di Stanley Cup uscendo sconfitti, sempre per 4 a 0, contro i Montreal Canadiens (2 volte) e contro i Boston Bruins.

Questa netta divisione venne meno soltanto 4 anni dopo, nella stagione 1970/’71, con l’ingresso in NHL dei Buffalo Sabres e dei Vancouver Canucks, cui fece seguito una ridistribuzione su base geografica delle conferrence.

 

Dunque, le uniche squadre a potersi fregiare del titolo di Original sono soltanto i Montreal Canadiens e i Toronto Maple Leafs, ossia le uniche squadre che, nel nostro viaggio a ritroso nel tempo, troveremmo sedute al tavolo del Windsor Hotel di Montreal, in quella stanza che puzzava di sigaro, il 26 novembre 1917.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri di Redazione Hockey