Questo sito contribuisce alla audience de

Gordie Howe, un ponte Canada-USA per Mr. Hockey

Gordie Howe, un ponte Canada-USA per Mr. Hockey
Info foto

2018 Getty Images

HockeyNHL - News

Gordie Howe, un ponte Canada-USA per Mr. Hockey

Il premier canadese Trudeau ha annunciato l'imponente struttura che collegherà il Canada a Detroit.

Una delle leggende di questo sport, Gordie Howe, non per niente soprannominato “Mr. Hockey”, adesso avrà un ponte in suo onore. Una struttura che collegherà il Canada, sua nazione d’origine e, ovviamente Detroit, la città dove ha fatto la sua fortuna come giocatore. Il “Gordie Howe International Bridge” unirà l’Highway 401 in Ontario all’Interstate 75 in Michigan. E la sua costruzione è cominciata da alcuni giorni, come ha annunciato il premier canadese Justin Trudeau. Sarà lungo 2,5 chilometri e avrà sei corsie. Sarà pronto entro il 2024.

Howe è nato nella provincia canadese del Saskatchewan nel 1928 e si è spento in Ohio nel 2016, a 88 anni. Ha giocato 25 anni per i Red Wings, vincendo quattro Stanley Cup. Ha partecipato 21 volte all’All-Star Game, ha vinto sei volte sia l’Art Ross Trophy, come miglior marcatore della NHL sia l’Hart Memorial Trophy, come miglior giocatore della regular season.

In totale ha disputato 32 stagioni da professionista, compresa l’esperienza a fine carriera nella WHA (la World Hockey Association) con gli Houston Aeros e i New England Whalers, questi ultimi poi confluiti in NHL nella stagione 1979/’80, concedendo a Howe l’ultima sua apparizione nel campionato di hockey più spettacolare del mondo. In realtà “Mr. Hockey” si era ritirato nel 1971. L’anno dopo entrò nella Hall of Fame. Poi spinto dalla moglie Colleen, sua agente, nel 1973 accettò di tornare a giocare in WHA insieme a due dei suoi figli. Un’esperienza che, anni dopo, ha descritto come la più bella della sua vita. Nel 1997, a 69 anni, Howe ha giocato la sua ultima gara da professionista per i Detroit Vipers dell’International Hockey League, che lo mise sotto contratto per un solo giorno: grazie a quella partita Howe è diventato l’unico ad aver giocato nei professionisti in ogni decennio della sua carriera, dagli anni ’40 ai ’90.

Tra NHL e WHA ha totalizzato 2.421 partite, 1.071 gol, 1.518 assist per 2.589 punti. Era un giocatore che oltre alla qualità metteva sul ghiaccio l’intensità e il carattere. Nel mondo dell’hockey si dice hat-trick quando un giocatore segna una tripletta. Ebbene esiste anche la “Gordie Howe hat-trick”, che riassume alla perfezione il suo stile di gioco: un gol, un assist e una rissa.

Ha giocato contro Maurice “Rocket” Richard, ma anche contro un giovane Gretzky. Un ponte tra generazioni, appunto.

Dopo una canzone a lui dedicata, una partecipazione in una puntata dei Simpson, una parte in un film e diverse statue adesso arriva anche un vero ponte internazionale.

Gordie Howe è stato questo. Per molti il più grande. Mr. Hockey, appunto.

NHLITALIA NHL #NHL #GORDIEHOWE
© RIPRODUZIONE RISERVATA
28
Consensi sui social