Questo sito contribuisce alla audience de

Positivo riscontro per le coppie italiane nel giorno del quarto titolo continentale di Volosozhar/Trankov

Foto di Redazione
Info foto

Flavio Valle

Figure skating - European Championships 2016

Positivo riscontro per le coppie italiane nel giorno del quarto titolo continentale di Volosozhar/Trankov

Tatiana Volosozhar e Maxim Trankov hanno difeso l'imbattibilità nei Campionati europei conquistando sul ghiaccio dell'Ondrej Nepela Ice Arena di Bratislava il quarto titolo della carriera.

La coppia di artistico russa si è agevolmente imposta in entrambi i segmenti di gara dettando legge sia sul versante tecnico che sul fronte artistico, come testimoniato dalle migliori valutazioni su tutte le voci delle componenti del programma. Tuttavia, il programma libero coreografato dalla fidata Alla Kapranova sulle note della colonna sonora di "Bram Stoker's Dracula" non è stato esente da qualche piccola sbavatura sull'esecuzione dei sollevamenti e sul triplo toeloop in parallelo, atterrato con l'aiuto di uno step-out. Il triplo twist e i salti lanciati, triplo rittberger su tutti, sono, invece, stati realizzati con elevata qualità.

Va rimarcato come il punteggio finale raggiunto da Volosozhar/Trankov sia risultato più basso rispetto a quello fatto segnare dai connazionali Stolbova/Klimov nella finale del Grand Prix di dicembre. A questo punto, l'auspicio è che in occasione dei Mondiali di Boston possa finalmente andare in scena quel confronto diretto venuto meno nelle tre occasioni finora a disposizione (finale del Grand Prix, Nazionali russi, Campionati europei).

Gli allievi di Nina Mozer hanno preceduto di quasi ventidue punti gli attesi tedeschi Aliona Savchenko/Bruno Massot, che nel segmento più lungo di gara hanno pagato una giornata opaca di Massot. Il transalpino ha prima eseguito un toeloop doppio anzichè triplo in apertura della sequenza di tripli toeloop e nel finale del programma è calato fisicamente non riuscendo a portare a casa gli ultimi due sollevamenti. Il reverse lasso è, infatti, "collassato", mentre il sollevamento di gruppo quattro è risultato irregolare. Al di là dei patemi odierni, il debutto è stato convincente in quanto il sodalizio franco-ucraino ha palesato un potenziale notevole e, soprattutto, è riuscito a tenere la scia di Volosozhar/Trankov sulle componenti del programma, fatto tutt'altro che banale. Nell'occasione, Aliona Savchenko ha archiviato l'ottava medaglia della carriera nei Campionati europei.

Il podio è stato completato dai giovani russi Evgenia Tarasova/Vladimir Morozov, autori del secondo punteggio in assoluto nel programma libero in cui si sono distinti per la qualità di twist e sollevamenti, ma hanno lasciato sul piatto qualche punto aprendo la combinazione con un toeloop doppio anzichè triplo e pasticciando sull'arrivo del triplo rittberger. A conti fatti, il posto d'onore è stato mancato per poco più di tre lunghezze, ma l'aspetto più importante è stato riconfermare il risultato di dodici mesi or sono con due prove complessivamente più convincenti. 

L'incerta lotta per la quarta posizione ha visto uscire vincitori i francesi Vanessa James/Morgan Cipres, già quarti nella rassegna continentale del 2013. La coppia transalpina, capace di ritoccare il primato nazionale, ha presentato il programma libero più estremo della gara scendendo in pista con l'intenzione di realizzare una combinazione di due tripli toeloop e il quadruplo salchow lanciato. James non ha però completato le rotazioni del secondo toeloop, mentre il lanciato è stato atterrato con l'aiuto di uno step-out. 

A seguire, si sono piazzati gli italiani Valentina Marchei/Ondrej Hotarek, che, in linea con i pronostici della vigilia, hanno recuperato terreno nel segmento pù lungo di gara supportati da un base value inferiore solo a quello dei francesi e, soprattutto, dal terzo riscontro tecnico. La coppia azzurra, per la prima volta scollinata oltre i centottanta punti, ha passato indenne l'ostico triplo twist riuscendo ad eseguire tutto quello che era stato pianificato. Ovviamente, i punti di forza si sono rivelati i salti in parallelo, dal valore superiore rispetto alla concorrenza, e i lanciati, oggi ben eseguiti. Per effettuare un ulteriore step in avanti sarà ora fondamentale lavorare sulla qualità di esecuzione di ciascun elemento, condicio sine qua non per ambire ad un piazzamento tra le prime dieci posizioni nei prossimi Mondiali.

Nicole Della Monica e Matteo Guarise hanno, invece, riconfermato il sesto posto della passata stagione, battuti per meno di tre punti da Marchei/Hotarek. I campioni nazionali hanno ben eseguito la maggior parte degli elementi di coppia venendo premiati nel grado di esecuzione, ma sono stati penalizzati dalla caduta di Della Monica sul triplo toeloop, che avrebbe dovuto aprire la combinazione, perdendo di fatto un intero elemento. 

I debuttanti Bianca Manacorda/Niccolò Macii hanno chiuso i primi Europei della carriera in dodicesima posizione non andando lontani dal primato personale, che sarebbe stato ampiamente alla portata se non fosse sopravvenuta una disavventura sullo step in lasso, secondo sollevamento di gruppo cinque presentato. Nell'occasione, Macii è stato abile nel completare l'elemento, ma sono venuti meno punti pesanti, che si sono sommati a quelli persi per via di un passaggio a vuoto sul triplo toeloop in parallelo diventato doppio.

Alla luce del risultato odierno, Russia, Germania e Italia potranno schierare tre coppie nei prossimi Campionati europei, mentre Francia, Austria e Bielorussia avranno a disposizione due posti.


CLASSIFICA FINALE

01) RUS - Tatiana VOLOSOZHAR / Maxim TRANKOV    
222.66 (1|1)
02) GER -  Aliona SAVCHENKO / Bruno MASSOT    
200.78 (2|3)
03) RUS - Evgenia TARASOVA / Vladimir MOROZOV    
197.55 (3|2)
04) FRA - Vanessa JAMES / Morgan CIPRES    
185.55 (5|5) NR
05) ITA - Valentina MARCHEI / Ondrej HOTAREK    
182.61 (8|4) PB
06) ITA - Nicole DELLA MONICA / Matteo GUARISE    
178.97 (6|6)
07) RUS - Kristina ASTAKHOVA / Alexei ROGONOV    
174.72 (7|7)
08) GER - Mari VARTMANN / Ruben BLOMMAERT    
171.30 (4|8)
09) Miriam ZIEGLER / Severin KIEFER    
149.07 (9|10)
10) BLR - Tatiana DANILOVA / Mikalai KAMIANCHUK    
147.36 (10|9) NR
11) LTU - Goda BUTKUTE / Nikita ERMOLAEV    
139.56 (11|11)
12) ITA - Bianca MANACORDA / Niccolo MACII    
130.00 (12|12)
13) ISR - Adel TANKOVA / Evgeni KRASNOPOLSKI    
114.56 (14|13)
14) HUN - Anna Marie PEARCE / Mark MAGYAR    
110.55 (16|14)
15) ESP - Marcelina LECH / Aritz MAESTU    
109.11 (13|15) NR
16) SUI - Alexandra HERBRIKOVA / Nicolas ROULET    
103.47 (15|16)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
3
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Shiffrin a Reiteralm, allenamenti di qualità prima delle gare italiane. Programma simile per Vlhova

Shiffrin a Reiteralm, allenamenti di qualità prima delle gare italiane. Programma simile per Vlhova

Il confronto a distanza tra le prime due della classifica generale, divise da 37 punti dopo Altenmarkt-Zauchensee dove la slovacca ha guadagnato pochissimo sulla rivale. Cortina e Kronplatz prossimi crocevia di coppa, poi entrambe penseranno solo alle Olimpiadi.