Questo sito contribuisce alla audience de

Non basta la doppia vittoria finale, l'Italcurling chiude i Mondiali al 7° posto e rinvia il sogno olimpico

Foto di Redazione
Info foto

WCF

Curlingcampionati del mondo 2021

Non basta la doppia vittoria finale, l'Italcurling chiude i Mondiali al 7° posto e rinvia il sogno olimpico

Niente pass per Pechino 2022 (ma ci sarà un'altra chance a dicembre) in casa azzurra, ma i campionati del mondo di Calgary terminano con due successi nelle sfide contro Danimarca e Paesi Bassi.

La nazionale maschile italiana di curling chiude nel miglior modo possibile la sua corsa ai Mondiali di Calgary. Nelle due gare dell'ultima giornata della prima fase, il team tricolore dell'allenatore Claudio Pescia e del direttore tecnico Ulrik Schmidt, infila due grandi vittorie contro Danimarca e Paesi Bassi grazie alle quali eguaglia il miglior risultato di sempre in una rassegna iridata, vale a dire quello del 2019 quando chiuse al 7° posto con sette vittorie complessive.

Gli stessi numeri che contraddistinguono questa edizione dell'evento iridato canadese per l'Italia, purtroppo fuori per un soffio dalle prime sei posizioni che valgono la seconda fase del Mondiale e, soprattutto, la garanzia del pass olimpico per Pechino 2022. Gli azzurri ci riproveranno nel preolimpico di dicembre, dove verranno assegnati gli ultimi tre posti disponibili per la rassegna a cinque cerchi del febbraio prossimo.

Contro la Danimarca, Sebastiano Arman (second, Aeronautica Militare), Mattia Giovanella (lead, C.C. Cembra 88), Amos Mosaner (third, Aeronautica Militare) e Joel Retornaz (skip, Pinerolo 2006) hanno prima realizzato due punti nel primo end, quindi subito la rimonta per 3-2 nelle due mani successive, con gli azzurri che nella quarta ripresa hanno marcato tre punti e poi altri quattro nel sesto end volando sul 9-4 e chiudendo poi con il definitivo 10-4.

Contro gli orange nella sfida conclusiva, invece, sotto 3-2 a metà gara il Team Retornaz ha cambiato direzione firmando quattro punti nel sesto end e rubando la mano successiva per il 7-3 diventato poi 8-4 al termine del match.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
22
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Per Livio Magoni comincia l'avventura con Meta Hrovat: Potenziale anche in slalom, da giugno allo Stelvio

Per Livio Magoni comincia l'avventura con Meta Hrovat: Potenziale anche in slalom, da giugno allo Stelvio

A Lubiana, la federsci slovena ha annunciato le scelte per la stagione 2021/22. Nel team femminile ecco l'allenatore bergamasco, che seguirà in particolare la slalomgigantista già quattro volte a podio in CdM. Abbiamo parlato con lui delle prospettive di Meta (anche in super-g, ma lì ci vorrà tempo) e del nuovo progetto del Magoni International Ski Team che nascerà presto...