Questo sito contribuisce alla audience de

L'Italia del curling viaggia con ambizioni verso gli Europei: venerdì il via a Oestersund

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Curlingcampionati europei 2022

L'Italia del curling viaggia con ambizioni verso gli Europei: venerdì il via a Oestersund

La formazione maschile guidata da Joel Retornaz punta decisa alla zona podio, ma può fare bene anche il team femminile con Stefania Constantini e compagne. Le dichiarazioni dei tecnici azzurri.

Si apre venerdì 18 novembre a Oestersund, in Svezia, la 47esima edizione dei Campionati Europei di curling. Sul ghiaccio della Oestersund Arena andrà in scena sia la rassegna continentale maschile che quella femminile, con entrambe le nazionali italiane al via con ambizioni importanti.

Una competizione che vedrà impegnate dieci formazioni tra gli uomini, con la Svezia padrona di casa priva del faro assoluto Edin, poi Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Norvegia, Scozia, Spagna, Svizzera, Turchia e, appunto, gli azzurri guidati da Joel Retornaz, con lo skip valdostano affiancato da Amos Mosaner, Sebastiano Arman, Mattia Giovanella e Alberto Pimpini.

Tra le donne, a sfidare Danimarca, Germania, Ungheria, Lettonia, Norvegia, Scozia, Svezia, Svizzera e Turchia, l'Italia di Stefania Constantini, Camilla Gilberti, Angela Romei, Marta Lo Deserto e Giulia Zardini Lacedelli.

La prima fase si concluderà giovedì 24 novembre, in entrambe le competizioni, maschile e femminile, le prime quattro squadre dei due gironi all'italiana avanzeranno fino alle semifinali. Gli Europei, come da tradizione, stabiliranno anche le squadre qualificate per i Mondiali in programma nella seconda parte della stagione. Otto i posti disponibili al maschile, sette al femminile, con le ultime due squadre della Division A che saranno invece retrocesse nella Division B della prossima stagione. “Arriviamo a questi Europei con una squadra maschile ben preparata grazie ai tanti impegni che hanno anticipato questo appuntamento. Gli ottimi risultati ottenuti nelle ultime settimane danno speranza e fiducia - spiega il dt azzurro Claudio Pescia - La squadra con il nuovo lead Giovanella ha trovato il suo equilibrio e vedrà Pimpini nel ruolo di alternate.

Dopo i due bronzi a Europei e Mondiali nella scorsa stagione, l'obiettivo è centrare un'altra volta il podio sebbene si debba avere grande rispetto in particolare per le tre grandi: Svezia, Scozia e Svizzera. Proveremo anche nuove varianti tattiche per alzare ancora il livello e proseguire nel nostro percorso di crescita”.

Tra le avversarie più temibili proprio la Scozia dello skip Mouat, campione in carica e argento olimpico, mentre la Svezia oro a Pechino 2022 avrà Eriksson quale guida, con gli elvetici dello skip Schwaller tra le squadre più attese.

Anche al femminile le favorite sono la Svizzera campione del mondo in carica, ma la Scozia si ritrova al via con una squadra rinnovata e guidata dalla skip Morrison, così come le padrone di casa della Svezia con una formazione diversa rispetto al passato. “Alla luce degli ottimi risultati ottenuti nei tornei di preparazione, le ragazze hanno dimostrato di avere le carte in regola per fare bene e cercare di piazzarsi nella prima metà della classifica in questi Europei che sono l'appuntamento clou di questa prima parte di stagione – spiega il tecnico dell'Italdonne, Violetta Caldart - L'obiettivo è consolidare il livello mostrato fino a questo momento e di portare sul ghiaccio un ottimo curling, con la grinta che ha sempre caratterizzato questa squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Consensi sui social

Più letti in curling