Questo sito contribuisce alla audience de

Il finale che fa più male ai ragazzi dell'Italcurling: ko con la Svizzera, è 4° posto europeo

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Curlingcampionati europei 2023

Il finale che fa più male ai ragazzi dell'Italcurling: ko con la Svizzera, è 4° posto europeo

La rassegna continentale di Aberdeen termina con un'altra sconfitta per Retornaz e compagni, ancora a terra dopo la semifinale persa con la Svezia e piegati all'extra-end dagli elvetici. Sabato mattina (ore 10.00) le ragazze si giocheranno il titolo del torneo femminile.

Si chiude nel peggiore dei modi, per l'Italcurling maschile, un campionato europeo straordinario, così come il cammino di inizio stagione con i due Grand Slam conquistati in Canada, almeno sino alla semifinale di questa mattina persa di misura con la Svezia di Edin.

Dopo un round robin da imbattuti come mai nella storia, Joel Retornaz, Amos Mosaner, Sebastiano Arman, Mattia Giovanella (con la riserva Alberto Pimpini), arrivano due sconfitte per gli azzurri che perdono in serata la finale per il 3°-4° posto contro la Svizzera di Yannick Schwaller, che si impone col punteggio di 8-4 all'extra-end (gli elvetici erano avanti 2-1 a metà gara, il pareggio italiano al decimo end senza riuscire a mettere in casa il punto della vittoria con la seconda stone) e va a prendersi il bronzo, per il quale la compagine di Cembra era decisamente favorita e sarebbe stata, tra l'altro, la quarta medaglia di questo metallo nelle ultime cinque edizioni.

L'incontro per la medaglia di bronzo in campo femminile è stato dominato dalla Norvegia che, battendo 10-3 la Svezia, è salita sul podio continentale. Tutta l'attesa, però, è sulla finalissima in programma sabato dalle 10.00 del mattino, con l'Italia di nuovo protagonista contro la Svizzera, che parte favorita (ed è imbattuta ad Aberdeen con 10 successi in altrettante partite) contro Constantini e compagne, alla ricerca del primo storico titolo europeo per il curling tricolore.

Alle 15.00, la rassegna sul ghiaccio di Scozia terminerà con la sfida per il titolo maschile tra i padroni di casa guidati da Bruce Mouat (pure campioni in carica) e la Svezia di Niklas Edin, per l'ennesimo scontro fra titani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
359
Consensi sui social

Più letti in Sport invernali

Gerdol annuncia: Niente recupero, rimangono 3 super-g in calendario. Speranze importanti per domenica

Gerdol annuncia: Niente recupero, rimangono 3 super-g in calendario. Speranze importanti per domenica

Dopo la cancellazione del primo super-g a Passo S. Pellegrino, c'è fiducia per avere gara-2 domani visto che la prossima notte dovrebbe nevicare molto meno. Lavoro pazzesco in pista, parola al chief race director della coppa femminile.