Questo sito contribuisce alla audience de

Dopo due anni colmi di polemiche si ritira Manuel Machata

Dopo due anni colmi di polemiche si ritira Manuel Machata
Info foto

Getty Images

Bobbobteammachata BSD_Presse IBSFsliding #bobsled

Dopo due anni colmi di polemiche si ritira Manuel Machata

Dopo due stagioni consecutive fuori dalla rosa della squadra di Coppa del Mondo, il bobbista tedesco Manuel Machata ha deciso di appendere definitivamente il proprio casco al proverbiale chiodo.

Il trentunenne originario della Baviera ha comunicato la sua decisione pochi giorni fa sul proprio sito internet, "Voglio ringraziare innanzitutto la mia famiglia, la mia fidanzata, il mio bobclub e tutti gli sponsor che mi hanno supportato in questi tanti anni di carriera, ma ora è giunto il momento più opportuno per dire basta col mondo dello sport. Il bob mi ha dato tanto sia dal punto di vista sportivo che come crescita personale. Ho imparato importanti nozioni di gestione aziendale, di tecnologia e anche di finanza perchè in questa disciplina devi essere un leader nel saper motivare il tuo team di frenatori, ma allo stesso tempo è fondamentale saper essere commerciali e credibili per ottenere il gradimento degli sponsor. Questa esperienza sarà indubbiamente molto importante per il mio futuro anche se il prossimo obiettivo è quello di completare gli studi nel campo dell'Automotive."

Cala così il sipario sulla carriera di un atleta che a soli 27 anni è stato capace di conquistare il titolo mondiale nel bob a quattro e quello europeo nel bob a due e la cui rampa di lancio è stata di fatto interrotta nel novembre 2013 con l'esclusione dalla squadra di Coppa del Mondo con annessa mancata convocazione olimpica. Da quel momento in poi tra Machata e lo staff tecnico della nazionale tedesca sono iniziati dei forti dissapori che sono sfociati con l'affaire Sochi, quando si sparse la notizia che il pilota tedesco prestò al rivale Zubkov (che poi vinse due ori olimpici) i propri pattini.

Il bobbista bavarese venne inizialmente squalificato per un anno dalla propria federazione per aver infranto il regolamento federale che impediva agli atleti di prestare ad altri concorrenti i materiali di proprietà della BSD. Machata fece ricorso e pochi mesi più tardi (maggio 2014) la squalifica venne rettificata. Nonostante le grandi rassicurazioni da parte dei tecnici tedeschi che avrebbero chiuso un occhio riguardo la vicenda pattini, il pilota cresciuto agonisticamente a Berchtesgaden lo scorso anno venne di fatto trattato come un pesce fuor d'acqua e questo andò a destabilizzare il morale dell'atleta.

Ai test di inizio stagione Machata non ottenne grandi risultati e fu escluso dalla prima parte della Coppa del Mondo, venendo girato nel circuito di Coppa Europa dove nonostante un parco partenti tutt'altro che stellare colse magre vittorie. Lo scarso rendimento del bavarese spinse il direttore sportivo Christoph Langen a costituire una squadra votata sui giovani lasciando a casa oltre a Machata anche il veterano Florschuetz. Le grandi prestazioni mondiali di Walther e Lochner accompagnate dai due ori di Friedrich e Arndt diedero ragione a Langen, e Machata ben sapendo che nella stagione ventura l'head coach avrebbe avuto un occhio di riguardo per i due nuovi talenti del bob tedesco, probabilmente ha iniziato a maturare l'idea del ritiro.

Oltre ai già citati titolo europeo e mondiale, il pilota tedesco ha conquistato nella sua stagione d'oro (2010-2011) pure la Coppa del Mondo di bob a quattro chiudendo al secondo posto nella classifica generale di bob a due.

La Germania dopo il ritiro di Kiriasis, Martini e Szczurek perde dunque un altro pezzo da novanta, ma attenzione la grande tradizione teutonica nel bob maschile con talenti del calibro di Friedrich, Arndt, Walther e Lochner è tutt'altro che sul viale del tramonto.

BOBTEAMMACHATA BSD_PRESSE IBSFSLIDING #BOBSLED
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social