Questo sito contribuisce alla audience de

Alexander Kasjanov trionfa a Park City ed ottiene il primo successo della sua carriera

Alexander Kasjanov trionfa a Park City ed ottiene il primo successo della sua carriera
Info foto

Getty Images

BobBob - Park City

Alexander Kasjanov trionfa a Park City ed ottiene il primo successo della sua carriera

Fantastica vittoria russa nella prima delle due gare di bob a quattro in programma nel weekend a Park City. Alexander Kasjanov ha infatti ottenuto il primo successo della sua carriera al termine di una gara che in alcuni momenti è stata pesantemente condizionata dalla neve e soprattutto dal vento.

L'atleta nativo di Bratsk ha centrato un risultato che alla sua Nazionale mancava da tre anni nel circuito di Coppa del Mondo, quando Alexander Zubkov vinse a Königsee.

Il trentaduenne russo, insieme ai frenatori Huzin, Pushkarev e Zaytsev, nonostante un errore nella parte finale della pista durante la seconda manche, ha potuto usufruire del vantaggio accumulato nella prima run e nella parte iniziale della seconda discesa per andare a prendersi il primo posto finale. Kasjanov ha così consacrato il progressivo miglioramento avuto in questa specialità nel corso di questa stagione, nella quale ha ottenuto prima un nono posto ad Altenberg, poi una sesta posizione, una quinta, fino ad arrivare alla seconda piazza della settimana scorsa a Lake Placid.

Secondo posto per l'equipaggio tedesco guidato da Maximilian Arndt, che dopo aver chiuso in seconda posizione la prima discesa, si è dovuto accontentare di recuperare solo 3 centesimi nella seconda manche concludendo ad appena 4 centesimi dai vincitori di giornata.

Ha chiuso il podio lo svizzero Rico Peter, molto costante in questa stagione nel bob a quattro, con due terzi, due quarti ed un quinto posto.

I tre atleti che sono saliti sul podio hanno mantenuto le posizioni che avevano al termine della prima manche, mentre molti degli altri equipaggi, in particolar modo quelli classificatisi dal quarto al nono posto al termine della prima discesa, hanno visto la loro prova compromessa da avverse condizioni atmosferiche che ne hanno condizionato negativamente la prestazione. Uno di questi è sicuramente Steven Holcomb, che dopo aver concluso la prima run in quinta posizione distanziato di 2 decimi dalla prima posizione, nella seconda prova ha realizzato solamente il diciannovesimo tempo di manche terminando mestamente al sedicesimo posto. La seconda discesa dell'Americano è stata condizionata sin dalla fase di spinta, nella quale il campione olimpico di Vancouver ha fatto registrare un crono 22 centesimi superiore rispetto a quello della prima run. Quello che ha più beneficiato della situazione è stato sicuramente il lettone Ugis Zalims, risalito dal 17mo posto al termine della prima discesa alla quinta posizione finale. Anche Francesco Friedrich è stato aiutato da quanto avvenuto ed ha terminato al settimo posto dopo essere ripartito dalla 12ma piazza.

L'equipaggio italiano composto da Simone Bertazzo, Simone Fontana, Francesco Costa e Costantino Ughi ha terminato al 17mo posto, dopo aver concluso la prima manche in 14ma posizione staccato di soli 9 centesimi da Friedrich.

Ventunesimo, ultimo ed unico eliminato dalla seconda discesa l'equipaggio canadese composto solo da donne e guidato da Kaillie Humphries. Non l'ha capito ancora nessuno che senso abbia far gareggiare un bob che solo in spinta accusa un distacco di 65 centesimi dal primo in classifica e che già al primo intermedio ha 1 secondo e 28 centesimi di ritardo. Credo che sia sufficiente dire che il penultimo classificato al termine della prima manche aveva un vantaggio di 1 secondo e 23 centesimi su Humphries e compagnia.

Gli atleti avranno a disposizione solo poche ore di riposo, perché a partire dalle ore 01:00 della notte tra sabato 16 e domenica 17 gennaio inizierà la prima manche della seconda gara di bob a quattro del weekend.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social