Lunedì 20 Novembre, 1:25
Utenti online: 521
Massimo Brignolo
Massimo Brignolo

foto di Getty Images

Tris Germania: vince la Staffetta Femminile anche a Anterselva. Italia terza

Tris Germania: vince la Staffetta Femminile anche a Anterselva. Italia terza

Il copione è diverso ma il risultato rimane lo stesso: Germania che vince la Staffetta Femminile che chiude la tappa di Anterselva, Francia seconda. Per la prima volta in Italia, le azzurre salgono sul podio.

Il lancio vive un disegno tattico diverso da quanto visto nelle precedenti uscite stagionali per la scelta finlandese di schierara Kaisa Makarainen in ultima frazione. Un ritmo sugli sci stretti, di conseguenza, che non allunga il plotone più di tanto nei primi due giri lasciando fare un minimo di selezione solo al poligono dove Charvatova con un giro di penalità affonda le già ridotte, causa turno di riposo di Koukalova, speranze della Repubblica Ceca. Nel terzo giro si scatenano Anais Chevalier e Vanessa Hinz che portano Francia e Germania al cambio con 10 secondi di vantaggio su Slovacchia, Svizzera, Svezia, Bielorussia e Italia. Poco più indietro la norvegese Nicolaisen mentre la Russia paga la lentezza di Victoria Slivko e gira a 48 secondi.

Nel poligono a terra della seconda frazione Maren Hammerschmidt prende il largo sfruttando tre ricariche di Justine Braisaz con la Francia che scivola a quasi un minuto per poi recuperare nei giri successivi. Nel mezzo una grandissima frazione di Susan Dunklee porta gli Stati Uniti nelle posizioni di avanguardia e a doppiare la boa di metà gara in seconda posizione con 33 secondi di svantaggio dalla Germania. Fanny Horn Birkeland, una positiva Federica Sanfilippo che nel terzo giro recupera alla norvegese 13 secondi e cambia terza e la Braisaz accusano 36 secondi di distacco mentre un problema tecnico elimina definitivamente la Russia di Akimova e Yuliia Dzhima, la migliore del lotto, trascina l'Ucraina che passa sesta.

Franziska Hildebrand si complica la vita con tre ricariche a terra ma nell'economia della frazione riesce a incrementare, soprattutto con la prestazione sugli sci, il vantaggio e consegna il testimone a Laura Dahlmeier con 42 secondi sulla Francia di Anais Bescond, 1'01" su una ottima Valj Semerenko, 1'14" sull'Austria, 1'18 su una Alexia Runggaldier perfetta fino al poligono in piedi dove arriva dopo aver seguito il ritmo di Bescond e paga con tre ricariche, e su Glazyrina che rialza le sorti della Russia.

A Laura Dahlmeier non resta che amministrare il vantaggio, si concede sei ricariche che non riescono ad accendere la gara per il primo posto con Dorin che chiude a 24 secondi; per il terzo posto si giocano tutto Dorothea Wierer (una ricarica), Anastasiya Merkushyna (3 ricariche) e Olga Podchufarova che è la prima ad arrendersi. Ucraina e Italia escono insieme dall'ultimo poligono e il terzo giro si trasforma in una lunga volata. Il primo attacco è della ventiduenne ucraina ma Dorothea Wierer sull'ultima salita sferra il colpo decisivo e porta l'Italia al terzo posto, primo podio a Anterselva in una staffetta femminile. Ucraina quarta, Russia quinta, Bielorussia trascinata da Darya Domracheva al sesto posto.

Terza vittoria in tre staffette femminili nella stagione per la Germania dove la palma per la migliore va probabilmente a Maren Hammerschmidt che in seconda frazione è riuscita a scavare un solco che non è più stato colmato dalle avversarie. "Penelope" Franziska Hildebrand compie una frazione eccezionale ma i rischi che corre al poligono fanno venire i brividi così come, per una volta, Laura Dahlmeier non è immune da critiche con i suoi 5 errori che hanno rischiato di riaprire la gara. Fa il suo Vanessa Hinz rimanendo con la Francia nel lancio.

In casa francese, terzo secondo posto della stagione, ottime le prestazioni al lancio di Anais Chevalier e in chiusura di Marie Dorin Habert; Justine Braisaz paga i 40 secondi che alla fine sono fondamentali mentre Anais Bescond non riesce a spaventare Hildebrand nel momento critico.

L'Italia sale sul podio grazie all'apporto di tutte le protagoniste: Lisa Vittozzi esegue il lancio come da previsioni (2 ricariche e 10 secondi di svantaggio dalla testa), Federica Sanfilippo con la sesta prestazione della seconda frazione mantiene la zona podio, Alexia Runggaldier nonostante le tre ricariche in piedi conferma la buone sensazioni dell'intera tappa di Anterselva e Dorothea Wierer, al primo impegno in staffetta della stagione, riceve il testimone come nei piani a una quindicina di secondi dal terzo posto in lotta con tre squadre e piazza senza esitazioni la stoccata ottenendo il secondo miglior tempo della frazione conclusiva (superata di 23" solo da Kaisa Makarainen).


ANTERSELVA - STAFFETTA FEMMINILE

1. GER [Hinz, Hammerschmidt, Hildebrand, Dahlmeier] (0+12) in 1.09.12.4
2. FRA [Chevalier, Braisaz, Bescond, Dorin Habert] (0+8) a 24.2
3. ITA [Vittozzi, Sanfilippo, Runggladier, Wierer] (0+9) a 33.4
4. UKR [Zhuravok, Dzhima, Semerenko, Merkushyna] (0+6) a 37.5
5. RUS [Slivko, Akimova, Glazyrina, Podchufarova] (0+5) a 1.16.0
6. BLR [Skardino, Kryuko, Pisareva, Domracheva] (0+7) a 1.32.7

Vai ai risultati completi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Neveitalia Sport DB
Statistiche biathlon

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Ultimi di Biathlon