Questo sito contribuisce alla audience de

Martin Fourcade si consacra. È il settimo biathleta a realizzare la Triple Crown

Martin Fourcade si consacra settimo biathleta della storia ad aver vinto tutto
Info foto

Getty Images

BiathlonBiathlon - Sochi 2014

Martin Fourcade si consacra. È il settimo biathleta a realizzare la Triple Crown

Martin Fourcade è definitivamente entrato nell'esclusivo club dei grandissimi del biathlon vincendo autoritariamente la medaglia d'oro nell'inseguimento maschile di Sochi 2014. Il francese è quindi diventato il settimo uomo della storia a realizzare la "Triple Crown", ovvero a conquistare un oro a Cinque cerchi, la Coppa del Mondo assoluta e l'oro iridato.

Il venticinquenne catalano, partito con il pettorale numero sei, si è ben presto riportato sulla testa della gara e ha progressivamente fatto valere il suo talento superiore prendendo solitario la leadership dopo il terzo poligono, dove nonostante un errore ha sparato più rapidamente dei rivali più vicini, per poi coprire tutti i bersagli all'ultima sessione di tiro e chiudere in trionfo.

Medaglia d'argento per Ondrej Moravec che come una silenziosa formichina ha sempre proceduto del suo passo sugli sci stretti per non sbagliare niente al tiro e raccogliere sul traguardo i frutti della sua accorta tattica di gara. La Repubblica Ceca piazza quindi un secondo uomo a podio dopo il sorprendente terzo posto di Jaroslav Soukup (oggi ventesimo) nella sprint.

L'apoteosi della Francia è stata completata dalla medaglia di bronzo di Jean Guillaume Beatrix, dato in condizioni di forma strepitose da fonti qualificate vicine all'ambiente transalpino alla vigilia dei Giochi. Il numero due del movimento francese ha disputato una gara parallela a quella del caposquadra riuscendo a recuperare undici posizioni rispetto al pettorale di partenza per poi resistere nell'ultimo giro al ritorno di Ole Einar Bjørndalen.

Il più grande biathleta di tutti i tempi, di cui oggi si celebra l'erede, ha mancato tre bersagli e si è dovuto accontentare della quarta posizione dovendo rimandare l'appuntamento con la possibilità di superare il record di medaglie olimpiche del fondista Bjørn Dæhlie (al momento sono appaiati a 12).

In tema di Norvegia va segnalata l'opaca prestazione di Emil hegle Svendsen, solamente settimo nonostante un unico errore al tiro. Il ventottenne scandinavo appare lontano dalla miglior forma nel fondo e voci di corridoio lo darebbero in condizioni fisiche precarie, persino in dubbio per l'individuale.

La lista dei delusi di giornata è capitanata da Dominik Landertinger. L'austriaco è arrivato in seconda posizione al poligono decisivo dove però, dopo aver pasticciato con i caricatori, è andato in crisi mancando due bersagli e chiudendo decimo. Inoltre la Russia deve ingoiare un altro boccone amaro. Evgeny Ustygov ha disputato un grande inseguimento, ma a causa della posizione di partenza penalizzante ha chiuso quinto, mentre Anton Shipulin è crollato nella seconda parte di gara finendo solo quattordicesimo.

Senza infamia e senza lode la prestazione degli italiani. Lukas Hofer ha commesso due errori e ha concluso diciassettesimo. Quattro i giri di penalità percorsi da Dominik Windisch, alfine venticinquesimo. Infine Christian De Lorenzi, due bersagli mancati, si è classificato quarantaduesimo.

SOCHI - GIOCHI OLIMPICI - INSEGUIMENTO MASCHILE
1. FOURCADE Martin [FRA] (0+0+1+0) 33'48"6
2. MORAVEC Ondrej [CZE] (0+0+0+0) a 14"1
3. BEATRIX Jean Guillaume [FRA] (0+0+1+0) a 24"2
4. BJØRNDALEN Ole Einar [NOR] (0+1+1+1) a 25"9
5. USTYUGOV Evgeny [RUS] (0+1+0+0) a 36"7
6. SCHEMPP Simon [GER] (0+0+0+1) a 39"1
7. SVENDSEN Emil Hegle [NOR] (0+1+0+0) a 40"2
8. EDER Simon [AUT] (1+0+0+1) a 40"3
9. RASTORGUJEVS Andrejs [LAT] (0+0+1+0) a 48"3
10. LANDERTINGER Dominik [AUT] (0+0+1+2) a 48"9

Clicca qui per i risultati completi.


TRIPLE CROWN - BIATHLON
Questi sono i sette biathleti in grado di realizzare la cosidetta triple crown nel biathlon maschile. Per ognuno di loro viene indicato l'anno in cui hanno conquistato il terzo e ultimo dei tre titoli necessari per chiudere il cerchio.

1981 - ULLRICH Frank (DDR)
1988 - ROETSCH Frank-Peter (DDR)
2003 - BJØRNDALEN Ole Einar (NOR)
2006 - FISCHER Sven (GER)
2007 - GREIS Michael (GER)
2010 - SVENDSEN Emil Hegle (NOR)
2014 - FOURCADE Martin (FRA)

Domani, sempre alle ore 16.00, verrà assegnato il titolo olimpico dell'inseguimento femminile. La prossima gara maschile è fissata per giovedì 13 febbraio quando si disputerà la venti km.

2
Consensi sui social

Inseguimento Maschile Sochi (RUS)