Giovedì 19 Settembre, 8:38
Utenti online: 1358
Massimo Brignolo
Massimo Brignolo

foto di 2019 Getty Images

Johannes Boe batte 14 e raggiunge Fourcade, sua la Sprint di Oslo. Hofer secondo

Johannes Boe batte 14 e raggiunge Fourcade, sua la Sprint di Oslo. Hofer secondo

Arriva la vittoria numero 14 in stagione per Johannes Thingnes Boe che eguaglia il primato detenuto da Martin Fourcade e avrà tra domani e domenica due possibilità per issarsi al comando solitario di questa statistica.

Il norvegese, paga una tassa moderata di un errore in piedi, travolge tutti con gli sci ai piedi con distacchi clamorosi fatti registrare nell'ultimo giro e si impone largamente nella Sprint che ha aperto al maschile il fine settimana di chiusura della Coppa del Mondo a Oslo. Per il resto del mondo la gara è stata combattutissima e fa presagire un Inseguimento denso di emozioni per la giornata di domani. Dietro all'alieno norvegese che rifila almeno 30 secondi a tutti vi sono 5 biathleti nello spazio di 10 secondi: davanti a tutti per il secondo gradino del podio Lukas Hofer che con un 10/10 al poligono chiude a 31"7 dal vincitore e precede di poco più di 3 secondi il francese Quentin Fillon Maillet che nella prima parte dell'ultimo giro recupera 15 secondi all'azzurro che all'uscita dal secondo poligono ne vantava 18 di vantaggio ma si deve arrendere e accontentare del terzo posto. 

In una manciata di secondi chiudono anche l'austriaco Julian Eberhard che, nonostante due errori, perde sugli sci solo da Johannes Boe (una ventina di secondi) ed è quarto a 38"3 precedendo di 2 decimi il norvegese Tarjei Boe (un errore per lui) e di un secondo Benedikt Doll, due giri di penalità e lo stesso ritmo alto dell'austriaco in pista. In vista della Pursuit di domani, soprattutto con vista sulla seconda piazza, non si può dimenticare un gruppo, piuttosto folto, di biathleti che partiranno a una trentina di secondi da Lukas Hofer. Il francese Simon Desthieux, con un errore per poligono, è settimo a 51"2 da Johannes Boe e precede di 8 decimi Arnd Peiffer (1+1) e di un secondo il russo Alexander Loginov (1+0). E' decimo per la prima volta in carriera il ventiduenne tirolese Felix Leitner che paga 54"7 con un 10/10 al poligono, undicesimo a 59"5 Philipp Nawrath (0+1), dodicesimo Vetle Sjastaad Christiansen (0+1) e tredicesimo a 1'01"2 Dominik Windisch che paga un errore in piedi ma recupera 5 posizioni nell'ultimo giro.  

Entra in zona punti anche Thomas Bormolini, trentottesimo a 1'52"8 con un errore per sessione mentre Giuseppe Montello dopo aver pagato 4 giri di penalità è novantaduesimo.

Per Johannes Thingnes Boe quella di oggi è stata la diciannovesima vittoria in una Sprint e la settima su nove gare in questo format disputate in stagione con un secondo e un quinto posto nelle altre due vinte rispettivamente da Loginov a Oberhof e da Christiansen a Soldier Hollow. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA