Questo sito contribuisce alla audience de

Immenso Ole Einar Bjørndalen, a 40 anni conquista il suo settimo oro olimpico!

Immenso Ole Einar Bjørndalen, a 40 anni conquista il suo settimo oro olimpico!
Info foto

Getty Images

BiathlonBiathlon - Sochi 2014

Immenso Ole Einar Bjørndalen, a 40 anni conquista il suo settimo oro olimpico!

Non ci sono più aggettivi per definire Ole Einar Bjørndalen. Il norvegese ha vinto la sprint dei Giochi olimpici di Sochi conquistando il settimo oro olimpico della carriera, il quinto individuale, e il terzo in questo format dopo aver già primeggiato a Nagano 1998 e Salt Lake City 2002.

Il quarantenne scandinavo si è imposto in una gara palpitante nonostante un errore al tiro in piedi facendo la differenza nel giro finale e soprattutto nei tempi d'esecuzione al poligono dove ha guadagnato in maniera imponente su tutti i rivali.

Argento per l'austriaco Dominik Landertinger, immacolato in piazzola, il più veloce del lotto nell'ultima tornata, ma nonostante tutto costretto a inchinarsi di 1"3 a Bjørndalen. L'austriaco, mai sul podio in stagione, ha superato di 4"4 Jaroslav Soukup, capace di ottenere un incredibile bronzo.

Il ceco, che aveva rischiato di morire in un incidente in mountain bike nell'agosto 2012, è la grande sorpresa di giornata e ha dato un enorme dispiacere alla Russia padrona di casa battendo di soli sette decimi Anton Shipulin. Il russo ha pagato un errore in piedi e soprattutto un crollo nei chilometri conclusivi.

Sono rimasti a secco i favoriti della vigilia Martin Fourcade ed Emil Hegle Svendsen. Entrambi hanno mancato un bersaglio e si sono piazzati rispettivamente al sesto e al nono posto. Attardati anche i fratelli , troppo fallosi al tiro. Tarjei ha concluso trentanovesimo e Johannes Thingnes cinquantacinquesimo.

Shipulin a parte male i russi (Ustyugov 16°, Garanichev 27°, Malyshko 28°). Molto male i tedeschi con Simon Schempp solamente quindicesimo a risultare il migliore. Ancora peggio ha fatto la squadra svedese dove il più bravo è stato Fredrik Lindström, piazzatosi però diciassettesimo.

Invece positiva la prova dell'Austria, che associa il settimo posto di Eder all'argento di Landertinger, della Repubblica Ceca (bronzo di Soukup a parte è arrivato anche l'ottavo posto di Ondrej Moravec) e del Canada, con Jean Philippe LeGuellec quinto e Nathan Smith tredicesimo.

Anche l'Italia va iscritta tra chi ha disputato una gara soddisfacente, almeno per quanto riguarda le punte. Dominik Windisch ha realizzato la miglior prestazione stagionale chiudendo undicesimo subito davanti a Lukas Hofer, dodicesimo. Entrambi hanno mancato un bersaglio e si sono dimostrati competitivi per chiudere nelle prime sei piazze. Decisamente più indietro Christian De Lorenzi, quarantasettesimo con 2 penalità, mentre è stata pessima la prova di Markus Windisch (2) ottantunesimo su ottantasette partenti.

SOCHI - GIOCHI OLIMPICI - SPRINT MASCHILE
1. BJØRNDALEN Ole Einar [NOR] (0+1) 24'33"5
2. LANDERTINGER Dominik [AUT] (0+0) a 1"3
3. SOUKUP Jaroslav [CZE] (0+0) a 5"7
4. SHIPULIN Anton [RUS] (0+1) a 6"4
5. LE GUELLEC Jean-Philippe [CAN] (0+0) a 9"7
6. FOURCADE Martin [FRA] (1+0) a 12"4
7. EDER Simon [AUT] (0+0) a 13"7
8. MORAVEC Ondrej [CZE] (0+0) a 14"6
9. SVENDSEN Emil Hegle [NOR] (0+1) a 29"3
10. FAK Jakov [SLO] (0+0) a 33"0

Clicca qui per i risultati completi.

 

Di seguito vengono indicate tutte le medaglie d'oro a Cinque cerchi conquistate da Ole Einar Bjørndalen:

NAGANO 1998 - SPRINT
SALT LAKE CITY 2002 - INDIVIDUALE
SALT LAKE CITY 2002 - SPRINT
SALT LAKE CITY 2002 - INSEGUIMENTO
SALT LAKE CITY 2002 - STAFFETTA
VANCOUVER 2010 - STAFFETTA
SOCHI 2014 - SPRINT

In altre parole con 7 ori olimpici Ole si è portato a una sola lunghezza dal record del connazionale Bjørn Dæhlie, arrivato a 8. Va però ricordato come il fondista ebbe a disposizione due edizioni dei Giochi nell'arco di due anni (Albertville 1992 e Lillehammer 1994).

Tra i record stabiliti da Bjørndalen, con oggi 95 vittorie (94 nel biathlon e 1 nello sci di fondo) anche quello di essere il primo atleta over-40 a vincere una competizione di primo livello (Coppa del Mondo, Mondiali, Olimpiadi).

Domani alle 15.30 si assegnerà il titolo olimpica della sprint femminile, gli uomini torneranno in pista lunedì per l'inseguimento. Partenza alle 16.00.

2
Consensi sui social