Questo sito contribuisce alla audience de

Dorothea Wierer, per sempre leggenda dello sport italiano: "Non credevo fosse più possibile vincere"

Wierer, apoteosi azzurra a Anterselva. E' suo l'Inseguimento
Info foto

GETTY IMAGES +491728296845

Biathloncoppa del mondo femminile

Dorothea Wierer, per sempre leggenda dello sport italiano: "Non credevo fosse più possibile vincere"

La seconda Coppa del Mondo consecutiva di Doro, con un finale thrilling quando tutto sembrava finito. "Mai avrei pensato ad una stagione del genere".

Semplicemente leggenda. Dello sport italiano a tutti i livelli, per concludere con la gioia più bella una stagione che, per le discipline invernali in casa azzurra, hanno regalato un'annata 2019/2020 irripetibile, con cinque Coppe del Mondo assolute portate a casa (oltre a tutto il resto...).

Dopo Roland Fischnaller, Federica Brignone, Michela Moioli e Simone Origone, ecco Dorothea Wierer firmare un bis leggendario, 12 mesi dopo Oslo; un Inseguimento thrilling quello di Kontiolahti, con Tiril Eckhoff che crolla sul poligono finale e alla fine precederà di una sola posizione la stella azzurra, che si prende la seconda sfera di cristallo consecutiva come nessun atleta italiano nella storia del movimento della neve.

Vinceremo insieme”, “Andrà tutto bene”, aveva scritto Doro sulla sua carabina prima di questa tappa tanto discussa in Finlandia, considerata la decisione dell'IBU di far gareggiare nonostante la drammatica situazione legata al Coronavirus. “Ero sicura di non potercela fare – ha confessato Wierer nell'immediato post gara – con così tanti secondi da recuperare e per come avevo sparato in questa gara. A pensarci è pazzesco, ancora non mi rendo conto di cosa sia successo. Ieri è stata la giornata più difficile, sarei stata contenta anche di arrivare seconda... ma ho dato tutto perchè si trattava dell'ultima gara e dovevo provarci.

Considerato com'era andata l'estate, mai avrei pensato che potessi ottenere gli ori ai mondiali e questa seconda Coppa del Mondo. E' stata dura sino alla fine, di testa e di fisico, ma ce l'abbiamo fatta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
37k
Consensi sui social