Sabato 23 Marzo, 18:19
Utenti online: 1084
Uscendo dalle piste, verso il freeride e lo scialpinismo

foto di pb-Photos

Il 2 Marzo a Misurina (BL) si scia per salvare il Leopardo delle nevi.

Il 2 Marzo a Misurina (BL) si scia per salvare il Leopardo delle nevi.

Il prossimo 2 marzo Dynafit organizza la decima edizione dell’International Snow Leopard Day, un progetto per salvare dall'estinzione i leopardi delle nevi. Lo scorso anno la raccolta ha consentito di accumulare più di 1 milione di metri di dislivello, che Dynafit ha convertito in 11.000 Euro di donazione.  Anche quest’anno l’appuntamento si terrà contemporaneamente in nove diversi paesi e per ogni metro di dislivello percorso, DYNAFIT donerà un centesimo di euro all’organizzazione no-profit Snow Leopard Trust che finanzierà il primo censimento mondiale della popolazione dei leopardi delle nevi, una procedura essenziale per i ricercatori.

Dynafit chiama a raccolta tutti gli appassionati di scialpinismo con l’obiettivo di accumulare metri di dislivello a tutela del leopardo delle nevi. Il marchio, che ha scelto questo animale come simbolo del proprio logo, sostiene da vari anni la Snow Leopard Trust, la più importante e storica associazione che si impegna quotidianamente nello studio del leopardo delle nevi e nella tutela del suo habitat, in costante riduzione e sotto continuo attacco da parte dell’uomo. Ogni metro di dislivello raccolto durante le varie tappe dello Snow Leopard Day verrà commutato in una donazione di un centesimo di euro. Lo scorso anno DYNAFIT ha potuto versare ben 11.000 Euro, grazie alla raccolta totale di più di 1 milione di metri di dislivello.

Il progetto farà tappa sabato 2 marzo in Italia a Misurina, in provincia di Belluno, con il supporto dei punti vendita Salewa Store Longarone, ma anche delle Guide Alpine Tre Cime di Lavaredo. I partecipanti alla giornata avranno a disposizione 7 ore, dalle 9.00 alle 16.00, per compiere il maggior dislivello possibile. La partenza del percorso di risalita è situata nei pressi del Ristorante Alla Baita, a Misurina.
Sarà possibile muoversi su un tracciato segnalato dall’organizzazione con cartelli informativi in maniera autonoma, ma per chi è alle prime armi o ha voglia di una “pellata” in compagnia le Guide Alpine  Tre Cime di Lavaredo saranno felici di accompagnare gli scialpinisti fino alla cima Forcella della Neve: partenza per i gruppi organizzati alle 9.00 o alle 12.00 davanti al Ristorante Alla Baita. La partecipazione prevede l’iscrizione al momento del via e il versamento di un’offerta di 10 Euro, che dà diritto ad un pranzo presso il Ristorante alla Baita e la possibilità di skitest di attrezzatura DYNAFIT della stagione in corso, anche se, per far fronte ad ogni evenienza,  è consigliato portare il proprio equipaggiamento.

Non importa che siate scialpinisti professionisti, semplici amatori o appassionati alle prime armi, ogni metro di dislivello raggiuto sarà prezioso. I ricavati dell’edizione 2019 dello Snow Leopard Day andranno a finanziare il primo censimento mondiale della popolazione dei leopardi delle nevi, una procedura essenziale per i ricercatori, perché solo disponendo di dati esatti sarà possibile in futuro tutelare questo raro felino e impedire interventi nel suo habitat naturale.

Le altre tappe europee dello Snow Leopard Day 2019:

GRECIA - Pisoderi village, Florina – 16 e 17 Febbraio
GERMANIA
– Tegelberg – 2 Marzo
AUSTRIA - Biberg, Saalfelden – 2 Marzo
POLONIA - Zawoja, Mosorny Groń – 2 Marzo
SLOVENIA - Dom na Zelenici– 2 Marzo
SLOVACCHIA - Turany, Trusalová – 2 Marzo
SVIZZERA - Sulzfluh, St. Anton, Graubünden - 3 Marzo
FRANCIA - Val Thorens - 3 Marzo

Per maggiori informazioni: https://www.dynafit.com/it-it/snow-leopard-day-2019

Che cosa è lo "Snow Leopard Trust".
Dal 1981 l‘organizzazione Snow Leopard Trust con sede a Seattle è attiva nella tutela degli esemplari superstiti del leopardo delle nevi e svolge ricerche su questo felino a rischio di estinzione. L’habitat del leopardo delle nevi si riduce sempre più. Gli studi stimano che attualmente esistono 3.500 esemplari allo stato brado, che vivono una minaccia sempre crescente a causa del bracconaggio, dei cambiamenti climatici e della decimazione del loro habitat. L’organizzazione porta avanti progetti in Cina, India, Kirgisistan, Mongolia e in Pakistan, compiendo ricerche su questi animali a rischio di estinzione e ripristinandone l’habitat, in collaborazione con la popolazione delle regioni montane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA