Questo sito contribuisce alla audience de

Fiaccolata del Monte Lussari 2024: la magia della neve e il calore del fuoco in un'atmosfera da fiaba

Fiaccolata del Monte Lussari 2024: la magia della neve e il calore del fuoco in un'atmosfera da fiaba
Friuli Venezia Giulia

Fiaccolata del Monte Lussari 2024: la magia della neve e il calore del fuoco in un'atmosfera da fiaba

Grande successo per la Fiaccolata del Monte Lussari, tradizionale appuntamento che ha celebrato l'arrivo del nuovo anno illuminando la pista Di Prampero di Camporosso.

Un'edizione, la numero 51 della fiaccolata più lunga dell'intero arco alpino, che è stata resa ancora più suggestiva dalla presenza di una leggera coltre bianca caduta nel corso della notte che ha contribuito a rendere il paesaggio ancora più affascinante creando un'atmosfera davvero magica.

Eppure mai come quest'anno le avverse condizioni metereologiche hanno rischiato di modificare radicalmente il programma di questa storica manifestazione magistralmente organizzata dall'US Camporosso in sinergia col Comune di Tarvisio, e col prezioso supporto di PromoTurismoFVG. Proprio l'incessante lavoro degli uomini guidati dal Direttore del Polo di Tarvisio, Spalivero, hanno garantito il regolare svolgimento dell'evento, "Dobbiamo ringraziare gli uomini di PromoTurismoFVG ed in particolare il Direttore del Polo di Tarvisio Alessandro Spalivero - afferma Damiano Matiz, Presidente dell'US Camporosso - perchè nonostante la parte bassa della Di Prampero sia tutt'ora chiusa al pubblico a causa della mancanza di neve, ci è stato consentito di poter scendere fino a valle grazie alla preparazione di due strisce di neve appositamente realizzate per noi."

E così allo scoccare delle 18.00 puntuale come un orologio svizzero è iniziato il grande spettacolo della Fiaccolata. Dalla cima del Monte Lussari, 250 fiaccolatori vestiti in abiti d'epoca e dotati di 500 torce artigianali hanno illuminato i 3,5 km della pista Di Prampero disegnando un lungo serpentone di luci che ha creato un'atmosfera di autentica magia. Una volta terminato il percorso, che dal Santuario del Monte Lussari conduce fino alla frazione di Camporosso è stato acceso un maestoso falò benaugurante seguito da un suggestivo spettacolo pirotecnico.

Come di consueto, la fiaccolata è stata anticipata da una serie di iniziative collaterali che hanno animato il centro di Camporosso. La strada principale del paese, via Valcanale, si è trasformata in una vera e propria Mostra Mercato grazie alle numerose bancarelle che hanno proposto al pubblico prodotti artigianali e le specialità enogastronomiche del territorio. Infine, a pochi minuti dall'evento clou si è svolta la sfilata della Fiaccolata dei Piccoli che ha di fatto dato il via all'attesa 51ma edizione della Fiaccolata del Monte Lussari.

Una degna conclusione di giornata, per una manifestazione la cui importanza è cresciuta anno dopo anno sia in chiave turistica e promozionale che in quella di mantenimento delle antiche tradizioni, elementi che da sempre hanno contraddistinto questo evento divenuto negli anni un'autentica vetrina per l'intera Regione Friuli Venezia Giulia.

Archiviata l'edizione numero cinquantuno della Fiaccolata del Monte Lussari, ora l'US Camporosso deve voltare rapidamente pagina e concentrarsi sul prossimo grande evento che la vede protagonista, la Coppa Europa di sci alpino, "Dal 22 al 26 gennaio saremo di nuovo qui sulla Di Prampero questa volta impegnati nell'organizzazione di 3 gare di Coppa Europa - spiega Matiz - quest'anno la Federazione Internazionale (FIS) ci ha chiesto di inserire nel programma originario (che prevedeva due discese libere) anche un supergigante. Sarà una settimana indubbiamente impegnativa, ma grazie alla grande passione che veleggia tra i nostri tesserati, al prezioso supporto dei numerosi volontari e all'importante collaborazione con PromoTurismoFVG siamo pronti a raccogliere anche questa nuova sfida."

© RIPRODUZIONE RISERVATA
34
Consensi sui social

Ultimi in Regioni

Piazzatorre, rilancio in vista grazie al Patto Territoriale sottoscritto tra Comune e Regione Lombardia

Piazzatorre, rilancio in vista grazie al Patto Territoriale sottoscritto tra Comune e Regione Lombardia

La Giunta della Regione Lombardia ha approvato nelle scorse settimane l’adesione al Patto Territoriale Alta Val Brembana che ha come obiettivo la riqualificazione e la destagionalizzazione del comprensorio sciistico di Piazzatorre – Monte Torcola. Previsti investimenti per 15,4 milioni di euro.