Questo sito contribuisce alla audience de

Lo spettacolo della Coppa Europa ad Andalo: in Paganella un week-end esaltante con i due giganti femminili

Lo spettacolo della Coppa Europa ad Andalo: in Paganella un week-end esaltante con i due giganti femminili
Info foto

skiarea Dolomiti Paganella

Trentinocoppa europa femminile

Lo spettacolo della Coppa Europa ad Andalo: in Paganella un week-end esaltante con i due giganti femminili

Sabato 14 e domenica 15 dicembre, la pista "Olimpionica 2" ospiterà nuovamente il circuito continentale in rosa. Tante le speranze azzurre, in una cornice invernale ideale e un'organizzazione ormai collaudata.

La Coppa Europa femminile ha preso fissa dimora sulle nevi della skiarea Dolomiti Paganella.

Per la settima volta, dal 2012 ad oggi, il circuito continentale in rosa farà tappa ad Andalo, per i due giganti previsti sabato 14 e domenica 15 dicembre su un pendio tecnico e collaudato come quello della pista “Olimpionica 2”, con un dislivello di 400 metri che rappresenta il massimo consentito e la rende certamente la “regina” delle gare di specialità a livello femminile. Non a caso, da anni il team norvegese si allena in Paganella per preparare gli appuntamenti europei di Coppa del Mondo, come nei prossimi giorni quando Henrik Kristoffersen e compagni saranno in pista dopo le gare di Val d'Isère.

La skiarea si presenta già nella sua elegante veste invernale grazie alle abbondanti nevicate, con lo staff dello Ski Team Paganella e del Consorzio Paganella Ski al gran lavoro per l'organizzazione di una due giorni di livello internazionale.

Lo scorso anno Andalo portò alla ribalta la polacca, classe 1994, Maryna Gasienica-Daniel, che precedette in entrambe le gare la francese Clara Direz, ma gli appassionati ricorderanno anche la presenza di una certa Alice Robinson, che non concluse i giganti sulle nevi trentine, ma si scatenò nelle settimane successive sino a vincere, lo scorso 26 ottobre a Soelden, il suo primo gigante in Coppa del Mondo a soli 17 anni.

E la Coppa Europa disputata ad Andalo ha ospitato anche la stella attuale dello sci mondiale, Mikaela Shiffrin che fu settima nel gigante del 2012, oltre alla norvegese Nina Haver-Loeseth, all'austriaca Eva-Maria Brem, per non parlare di Meta Hrovat vincitrice in Paganella nel 2017 e Marta Bassino, che fu quinta nel 2013 e ora è al vertice del gigante mondiale, dopo aver vinto la sua prima gara di CdM a Killington.

Ci saranno anche grandi speranze azzurre, per i due giganti del prossimo week-end che rappresentano la quinta tappa di Coppa Europa e rispettivamente quarta e quinta gara di specialità, dopo le due prove tra le porte larghe di Trysil che hanno visto la squadra di Alexander Prosch ottenere un 2° e un 4° posto con Asja Zenere, attesa protagonista anche ad Andalo, e Valentina Cillara Rossi.

L'allenatore responsabile della nazionale femminile per le discipline tecniche è fiducioso per le prove di sabato e domenica prossima: “Vogliamo lasciare il segno – spiega il tecnico altoatesino – perchè abbiamo tutte le carte in regola per farlo. Zenere ha centrato il primo podio in Coppa Europa a Trysil, dopo un buon 7° posto, mentre Cillara Rossi si è piazzata anche quinta in super-g (e poi 6^ a Sankt Moritz) dopo il 4° posto in gigante. Le giovani verranno scelte dopo la due giorni di FIS a Folgaria (dove Luisa Bertani è risultata due volte la miglior azzurra, quarta e sesta nei giganti dominati dalle slovene Hrovat, Bucik e Robnik, ndr)”.

Sulle caratteristiche dell'Olimpionica 2, Prosch analizza: “E' la pista più impegnativa dell'intero circuito, sono sicuro che gli organizzatori faranno un gran lavoro per prepararla al meglio come sempre”.

Sarà composto da 20 atlete il contingente azzurro: sono certe del posto Luisa Bertani, Francesca Fanti, Vera Tschurtschenthaler, Petra Unterholzner, Lucrezia Lorenzi, Elisa Platino, Elena Sandulli e Carlotta Saracco, ma in Paganella vedremo anche Karoline Pichler, in arrivo direttamente dalla Coppa del Mondo, mentre la rendenese Laura Pirovano è stata convocata per la Coppa del Mondo, a Sankt Moritz nel week-end (dopo aver fatto bene nelle prove veloci di Coppa Europa andate in scena martedì e mercoledì in Engadina).

Un avvio di stagione adrenalinico per la skiarea Dolomiti Paganella, che nei prossimi giorni vedrà l'inaugurazione della nuova pista e nuova telecabina “Dosson – La Selletta”, un tracciato di categoria rossa lungo 2 km, con una pendenza media del 26% e massima del 43%, per un dislivello di 500 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
55
Consensi sui social