Domenica 19 Novembre, 18:49
Utenti online: 1996
Andrea Bergamasco
Andrea Bergamasco
Freerider, Allenatore II Livello

Freeride Touring sui quattro versanti del Monte Mondolé

Mondolé cima

Con i suoi 2382 m. slm, il Mondolè è una delle cime più conosciute delle Alpi Marittime. Posto sul versante meridionale della provincia di Cuneo, sciisticamente parlando deve la sua fortuna alla vicinanza con il mar Ligure che ne determina le abbondanti precipitazioni nevose durante la stagione invernale, da Novembre fino ad Aprile inoltrato.
Il Mondolè è la mia montagna, ci sono cresciuto e ho imparato a conoscerla e a scoprire tutti i suoi segreti. In questo articolo vi parlerò degli itinerari Freeride Touring che possiamo fare dalle prime nevicate di Dicembre fino a Maggio.

Il Mondolè è situato all'interno del comprensorio sciistico Mondolè Ski. Per raggiungere la stazione sciistica Mondolè ski, si può accedere sia da Prato Nevoso che da Artesina.   Le vie per raggiungere la sua vetta sono tantissime da Prato Nevoso e la Balma o da Artesina.

In questo articolo parleremo della via di salita che comporta una salita con le pelli più breve.

Da Artesina prendiamo la seggiovia quadriposto Mirafiori, in seguito la seggiovia a due posti Mondolè che ci porterà in prossimità di Colla Bauzano 1951 mt. Slm, da qui messe le pelli agli sci cominciamo la nostra salita che nella parte iniziale sarà battuta dal gatto delle nevi usato dalla stazione per bonificare i versanti che danno sulle piste da sci. 
Arrivati circa alla metà del cammino e dove finisce il pezzo battuto dal gatto delle nevi ci troviamo nei pressi della Balcunera, da qui possiamo scendere sul pendio a nord della gara di Freeride di Artesina o discendere i verticali canalini che danno sul Lago delle Scalette o proseguire verso la cima.
Per proseguire verso la cima non è così difficile, seguiamo il crinale che ci accompagnerà fino alla vetta.
Tempo di percorrenza da Colla Bauzano 1951 mt. Slm. alla vetta del Mondolè 2382 mt. Slm. 45 min./ 1 ora.

Arrivati sulla cima non potremo evitare di ammirare lo straordinario panorama che va dal Monviso, alle principali cime dall'arco alpino occidentale, fino aal mare. Dopo aver ripreso fiato ci prepariamo per la discesa.

Le opzioni di discesa sono molte: Verso la Balma molto esposto al sole e a sud, consigliato durante la primavera quando si scia sul Firn. Il Canale degli Ippopotami bello tutto l'anno perchè poco esposto al sole e dove si arriva in prossimità del Lago delle Scalette 1860 mt. Slm. e della sciovia Rocche Giardina. La parete Nord della gara di Freeride a cui ho accennato prima, bella tutto l'anno e dove si può trovare quasi sempre la powder, che arriva in prossimità della partenza delle sciovie Pogliola e Rocche Giardina 1601 mt. Slm.
Per finire l'ultima opzione di discesa il versante ovest quello più battuto dagli alpinisti per discendere, in quanto il più facile, che arriva dove siamo partiti a Colla Bauzano 1951 mt. Slm. in prossimità della seggiovia Mondolè e della sciovia Cima Duran.

Foto : Freeride Touring al Mondolé

Per chiudere, il Mondolè è una montagna bellissima che la si può ascendere e discendere in tutti i suoi quattro versanti, ottima per gli alpinisti e per i Freerider.
Rispettate la montagna ed Enjoy the Powder.

© RIPRODUZIONE RISERVATA