Domenica 16 Dicembre, 5:10
Utenti online: 332
Alessandro Genuzio
Alessandro Genuzio

foto di regione emilia romagna

Corno alle Scale: in estate al via i lavori per il collegamento con la Doganaccia

Corno alle Scale: in estate al via i lavori per il collegamento con l'Abetone?

C'è grande fibrillazione tra gli operatori turistici di Corno alle Scale, il sogno di vedere collegato il comprensorio emiliano con la Doganaccia potrebbe presto divenire realtà.

Del progetto di rilancio dell'area appenninica se n'è parlato nei giorni scorsi nell'ambito del convegno di Confesercenti Bologna che è tornata a mettere in luce la necessità di investire i 20 milioni di euro stanziati dal Governo per realizzare l'opera tanto attesa.

"Si farà entro il 2021 – ha rivelato Mario Corsini Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagnae già da luglio 2019 si procederà all’appalto dei lavori. In ballo ci sono 20 milioni di euro, di cui 10 messi dalla regione Emilia Romagna e 10 dalla Regione Toscana. Fondamentale sarà il masterplan con cui prima del progetto stabiliremo come fare la funivia e cosa dismettere nella zona toccata dagli impianti. Nei prossimi anni la Regione stanzierà 25 milioni di euro per il riammodernamento delle strutture turistiche".

La nuova opera, una funivia, permetterebbe di collegare le località di Corno alle Scale in Emilia e Doganaccia in Toscana, dando origine ad un unico comprensorio inter-regionale che garantirebbe una notevole espansione del demanio sciabile.

"Si tratta di un’opera strategica per lo sviluppo di tutto l’Appennino bolognese e toscano – ha sottolineato Loreno Rossi, direttore di Confesercenti Bologna – nel corso della prossima Borsa del turismo delle Città d’Arte e dei borghi storici che terremo in giugno 2019 a Bologna, organizzeremo un eductour sui borghi antichi della nostro Appennino".

"La gente della nostra montagna è demoralizzata – ha rilanciato Clarisse Roda, direttore della Scuola di Sci di Corno alle Scale – non ne può più di questi tempi burocratici e biblici. Qui tutti credono che il collegamento Corno-Doganaccia possa rilanciare il turismo, allungare la stagione invernale, riempire quella estiva".

© RIPRODUZIONE RISERVATA