Questo sito contribuisce alla audience de

Lo skialp azzurro piange Lorenzo Holzknecht, il campione tra le vittime della valanga in Val di Rhemes

Foto di Redazione
Info foto

Ski Trab

Sci Alpinismoil lutto

Lo skialp azzurro piange Lorenzo Holzknecht, il campione tra le vittime della valanga in Val di Rhemes

Il 38enne valtellinese, travolto ieri assieme a Sandro Dublanc ed Elia Meta mentre svolgevano il corso per guide in Valle d'Aosta, ricordato in queste ore da tantissimi amici e appassionati: due i suoi titoli europei oltre alle medaglie mondiali con l'oro in staffetta nel 2010.

C'è anche Lorenzo Holzknecht fra le tre vittime della valanga staccatasi in Val di Rhemes, sulle nevi della Valle d'Aosta, nel pomeriggio di giovedì 13 aprile.

Dopo una notte di ricerche, fortemente condizionate dal maltempo, i soccorritori sono riusciti ad individuare i corpi degli skialper per i quali non c'è stato nulla da fare. Oltre a Holzknecht, a perdere la vita anche i compagni di corso per guide alpine valdostane, Sandro Dublanc (44 anni), maestro di sci di Champorcher, ed il finanziere Elia Meta, 37 anni.

La slavina è avvenuta ieri attorno alle ore 14.00 in zona Punta Goletta, a 3250 metri. A dare l'allarme era stato l'istruttore del corso, Matteo Giglio, sceso a valle per chiedere aiuto. Le ricerche via terra erano state interrotte per la notte e poi riprese all'alba, stavolta con l'ausilio dell'elisoccorso quando sono stati avvistati i corpi nella neve. Le salme sono state portate all'aeroporto Corrado Gex di Saint-Christophe (Aosta).

Lorenzo Holzknecht era nato a Sondalo e cresciuto a Bormio, conosciutissimo in paese e papà da appena un paio d'anni del piccolo Pietro, avuto dalla compagna Roberta: classe 1984, è stato un grande atleta della nazionale italiana, vincendo il titolo mondiale in staffetta nel 2010, un argento e due bronzi nelle rassegne iridate, oltre a due ori, un argento e un bronzo ai campionati europei.

Era ambassador e simbolo dell'azienda Ski Trab e, oltre ai tantissimi messaggi arrivati dagli ex compagni, da amici e appassionati e dall'intera comunità dello sci alpinismo mondiale, la FISI ha rivolto le più sentite condoglianze alla famiglia di Lorenzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
259
Consensi sui social

Pi√Ļ letti in Sport invernali

Il calendario della CdM femminile è realtà: 11 gare per specialità, tra Cortina e Val di Fassa tanta velocità... azzurra

Il calendario della CdM femminile è realtà: 11 gare per specialità, tra Cortina e Val di Fassa tanta velocità... azzurra

Ufficiali le 44 gare (più la combinata a squadre in quel di Crans-Montana) per la stagione 2023/24: confermate tutte le indiscrezioni, con Soelden (28 ottobre) e Levi ad anticipare lo speed opening sul Cervino. Slalom in notturna anche a Courchevel, la prima di Soldeu nel calendario classico e a fine febbraio ci saranno due super-g su La VolatA. Le finali divise su due week-end, tornano anche Val d'Isère e Jasna.