Questo sito contribuisce alla audience de

Alina Zagitova fenomenale giovanissimo oro nell'artistico femminile. Quinta Carolina Kostner

Alina Zagitova fenomenale giovanissimo oro nell'artistico femminile. Quinta Carolina Kostner
Info foto

Getty Images

Figure SkatingPyeongChang 2018

Alina Zagitova fenomenale giovanissimo oro nell'artistico femminile. Quinta Carolina Kostner

Solo la statunitense Tara Lipinski nel 1998 aveva vinto l’oro olimpico nell’artistico femminile del pattinaggio di figura, 15 anni e 255 giorni, ma l’analoga impresa odierna di Alina Zagitova, che ci riesce a 15 anni e 281 giorni, resta ugualmente clamorosa.

La giovanissima russa porta il primo oro dei Giochi di PyeongChang 2018 al suo paese, costretto a gareggiare sotto l’anonimo appellativo di “Atleti olimpici della Russia”, con un libero superlativo, con tutti i salti nella seconda metà del programma, e alla fine ha battuto la connazionale e compagna di allenamenti Evgenia Medvedeva, di due anni e mezzo più grande, con un punteggio totale di 239,57, nuovo primato personale, contro 238,26. Incredibilmente queste due ragazze hanno ottenuto lo stesso identico punteggio nel programma libero, 156,65, ma la vittoria in questo segmento di gara va a Medvedeva per un miglior punteggio sulla presentazione artistica del programma, i cosiddetti componenti.

Magra consolazione per una ragazza visibilmente delusa per essere stata relegata all’argento da una più giovane di lei approdata come un ciclone quest’anno nelle gare Senior del pattinaggio di figura e che è stata l’unica a batterla negli ultimi due anni, prima agli Europei di Mosca del mese scorso e poi nell’occasione più importante della vita. Vale la pena ricordare che la Russia prima di Sochi 2014, quando ci riuscì la desaparecida splendida meteora Adelina Sotnikova, non aveva mai vinto un oro olimpico nell’artistico femminile. Il bronzo va alla canadese Kaetlyn Osmond che ha ottenuto i suoi primati personali sia nel programma corto che nel libero arrivando a un punteggio totale di 231,02, quasi 13 punti meglio del suo precedente record, che per quanto riguarda il libero è stato abbattuto di quasi 10 punti.

Alle spalle della giapponese Satoko Miyahara, quarta, c’è Carolina Kostner, l’eterna 31enne altoatesina ha totalizzato 212,44 punti, a poco più di 4 lunghezze dal suo personale realizzato a Sochi malgrado un programma tecnicamente tutt’altro che perfetto ma valorizzato come sempre dalla componente artistica, da sempre il piatto forte della casa. Il bronzo di quattro anni fa era sembrato impossibile da ripetere già dopo il programma corto ma oggi la gardenese ha guadagnato una posizione ottenendo il suo secondo miglior risultato in quattro Olimpiadi. Aggiungiamo poi che in questa stagione è andata oltre i 200 punti in un numero maggiore di occasioni rispetto a tutto il resto della sua carriera, cinque: motivo in più per ammirare questa campionessa che quando si ritirerà, se mai lo farà, rimpiangeremo tantissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
63
Consensi sui social