Questo sito contribuisce alla audience de

Milano - Cortina 2026: AD della Fondazione, si decide di non decidere

Milano - Cortina 2026: AD della Fondazione, si decide di non decidere
Info foto

Getty Images

Milano Cortina 2026milano - cortina 2026

Milano - Cortina 2026: AD della Fondazione, si decide di non decidere

Nel frattempo. Luigivalerio Sant'Andrea è stato nominato commissario straordinario per l'Oval di Baselga di Pinè

Nel fine settimana pareva ormai certa e solo in attesa di ufficializzazione, al punto che alcuni siti di informszione e di sport invernali hanno battuto la notizia, la nomina del presidente del Milan Paolo Scaroni a amministratore delegato della Fondazione Milano - Cortina 2026 (il cui obiettivo è l'organizzazione, la promozione e la comunicazione dei Giochi Olimpici), ma è arrivata una fumata nera. 

La notizia emerge da un articolo apparso sul sito tag43.it che relaziona in merito a una videoconferenza che nella serata di ieri ha coinvolto il presidente del Consiglio Mario Draghi, il presidente del CONI Giovanni Malagò e il governatore del Veneto Zaia con l'apparente esclusione dei rappresentanti degli altri enti locali coinvolti quali la Regione Lombardia. Secondo quanto riportato, mancando l'accordo tra i soci fondatori sul nome di Scaroni, si sarebbe deciso di procrastinare la decisione. 

Da un lato i rumours parlano di un veto da parte del presidente del Coni sul nome di Michele Uva mentre appaiono nella rosa due nuovi nomi spinti dal governatore Zaia; si tratta di Alberto Baldan, amministratore delegato di Grandi Stazioni Retail, e di Andrea Varnier, ad di Filmmaster Events, società che preparò l'evento di preparazione della candidatura di Roma 2024. 

Congelato il tutto per il massimo ruolo nella organizzazione. è arrivata nei giorni scorsi la nomina di Luigivalerio Sant'Andrea, ad della società Infrastrutture Milano Cortina 2026 e ex commissario di governo per gli investimenti dei mondiali di sci di Cortina 2021, a commissario straordinario per l'Ice Rink Oval di Baselga di Pinè. Il progetto di riqualificazione dell'attuale impianto che deve necessariamente comprendere la copertura dell'Oval, una delle scelte più controverse tra le sedi delle prossime Olimpiadi, è al momento ancora in fase di completamento del progetto di fattibilità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
13
Consensi sui social