Questo sito contribuisce alla audience de

Liquid Fit e Graphene, le novitÓ degli Scarponi Head per l'inverno 2018/2019

ScarponiHead 2018/2019

Liquid Fit e Graphene, le novitÓ degli Scarponi Head per l'inverno 2018/2019

Con Camilla Alfieri, ex atleta della nazionale azzurra di sci alpino, scopriamo le novità presentate da Head a ISPO 2018 di Monaco.

Dopo essere stato il primo produttore di sci ad aver introdotto il graphene nella struttura a sandwitch degli sci, Head introduce per la prima volta questo innovativo materiale in una linea di scarponi.
Parliamo in particolare nella linea Nexo, gli scarponi dedicati a sciatori di livello intermedio che cercano leggerezza e performance.
Il grafene è stato inserito nello scafo consentendo di assottigliare le plastiche dello scarpone e ottenere una maggiore leggerezza. Per garantire migliore performance è stata inserita la struttura smart frame per evitare la deformazione dello scarpone in piega di curva.
Altre caratteristiche sono quella dei ganci super leggeri che contribuiscono a diminuire il peso, la possibilità di termoformare lo scafo e inoltre la scarpetta, che presenta un nuovo sistema di personalizzazione ed è stata irrobustita nei punti cruciali.
La nuova linea Nexo ha un Flex variabile da 130 a 110 per l’uomo e da 100 a 80 per la donna.

 

Innovazioni anche per quanto riguarda la scarpetta, infatti Head quest’anno presenta il Liquid Fit, una personalizzazione rivoluzionaria perché il fitting della scarpetta sul piede dello sciatore avviene in modo non permanente, si può infatti provvedere ad aumentare selettivamente lo spessore della scarpetta, ma tramite applicazioni successive si può rimuovere o aggiungere materiale per ottenere un fitting perfetto.
Il liquido utilizzato è una sorta di paraffina che mantiene invariato il suo stato a prescindere dal range di temperature in cui viene utilizzato. Liquid Fit consta in una sacca all'interno della scarpetta con due piccoli inserti in cui viene introdotta una canula e tramite una pistola simile a quella utilizzata per le iniezioni viene inserito il liquido che una volta calzato lo scarpone andrà ad assecondare le sensazioni del piede dello sciatore.
Come detto, questo sistema può essere ripetuto più volte aggiungendo o rimuovendo liquido nel caso in cui si sia ecceduto nell’inserimento o nel caso che le sensazioni non siano concordi con quello che deve accadere sulla neve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
65
Consensi sui social