Mercoledì 22 Novembre, 23:01
Utenti online: 1712

DJI Phantom 4, il drone che segue il soggetto che sta videoriprendendo fino a 80 km/h

DJI Phantom 4 apre una nuova era dei droni consumer per videoriprese

DJI, leader mondiale nella produzione di velivoli senza equipaggio, ha lanciato nei giorni scorsi il Phantom 4, il primo drone munito di telecamera che utilizza la visione artificiale e una avanzatissima tecnologia di rilevamento per rendere le riprese video aerea professionale più facili per tutti.

Il Phantom 4 è una importante evoluzione della linea Phantom di DJI che lascerà un segno nella storia di questo tipo di velivoli, aggiungendo una nuova intelligenza a bordo che faciliterà la realizzazione di fantastiche riprese attraverso funzionalità quali Obstacle Sensing System, ActiveTrack e TapFly.

“Con il Phantom 4, stiamo entrando un’era in cui anche i principianti possono volare con confidenza”, dice Frank Wang, Amministratore Delegato di DJI. ”L’Obstacle Sensing System del Phantom 4 offre due sensori ottici rivolti nel senso di avanzamento che effettuano una scansione degli ostacoli e automaticamente possono ridurre la velocità oppure aggirare l’ostacolo.   L’aggiramento degli ostacoli si attiva anche quando l’utente innesca la funzione di ritorno al punto di partenza del drone, per ridurre il rischio di collisione quando al termine delle riprese il drone torna autonomamente verso il punto di decollo.

Con ActiveTrack, il Phantom 4 apre una nuova frontiera, permettendo agli utenti di utilizzare l’app DJI Go per iOS e Android per seguire e mantenere la ripresa centrata sul soggetto in movimento, toccandolo semplicemente sullo smartphone o sul tablet. Inquadrature perfette ad esempio di uno sciatore che scende da una pista richiederanno semplicemente l’attivazione della modalità ActiveTrack nell’app.

Il Phantom 4 comprende le immagini tridimensionali e utilizza l’apprendimento artificiale per continuare a mantenere l’oggetto inquadrato, anche quando il soggetto cambia la sua forma e si gira mentre è in movimento. Gli utenti hanno pieno controllo dei movimenti della fotocamera mentre si è nella modalità ActiveTrack, e possono addirittura muoverla attorno all’oggetto mentre è in movimento poiché il Phantom 4 mantiene il soggetto al centro dell’inquadratura autonomamente. Un bottone di “pausa” sul telecomando del Phantom 4 permette all’utente di interrompere un volo autonomo in ogni momento, lasciando stazionare il drone in aria.

Utilizzando la funzione TapFly nell’app DJI Go, gli utenti possono toccare due volte sullo schermo una destinazione per il loro Phantom 4; quest’ultimo calcolerà una rotta di volo ottimale per raggiungerla, evitando qualsiasi ostacolo lungo il tragitto. Tocca su un altro punto e il Phantom 4 si dirigerà in modo fluido verso quella destinazione facendo sembrare anche un pilota
principiante come un professionista esperto.

La fotocamera del Phantom 4, dichiarata come il migliore dispositivo al mondo ottimizzato per riprese aeree in 4K, è stata sottoposta a un aggiornamento che include ottiche migliorate per una migliore nitidezza negli angoli e una ridotta aberrazione  cromatica. Inoltre, a bordo il Phantom 4 è dotato del caratteristico sistema di video trasmissione Lightbridge di DJI, che permette agli utenti di visualizzare sul dispositivo cosa vede la fotocamera in HD e in tempo reale fino a una distanza di cinque chilometri (3,1 miglia).

Il formato del Phantom 4, il quadricottero classico introdotto da DJI, è stato ridisegnato e ridefinito per enfatizzare l’eleganza con linee più dolci e più aerodinamiche. Il suo telaio integra un’anima composita leggera per fornire stabilità migliorata e un  volo più agile. Il centro ora è dotato di un gimbal ridisegnato che offre più stabilità e assorbimento delle vibrazioni, ed è stato riposizionato per offrire un baricentro migliore e ridurre il rischio che le eliche entrino nella ripresa.

Perfezionamenti all’efficienza dei motori, la gestione dell’alimentazione e una nuova batteria intelligente hanno esteso il tempo di volo del Phantom 4 fino a 28 minuti, il che significa più tempo in aria per effettuare foto e riprese professionali.
DJI ha realizzato il Phantom 4 con in mente l’affidabilità, includendo unità di misura inerziale ridondante e doppie bussole a bordo. Impiega nuove eliche “spingi e blocca” che sono più veloci da installare e più sicure in volo.

Oltre all’intelligenza e alla facilità d’uso, il Phantom 4 è stato creato per il divertimento. Rispetto alla versione precedente, è stata introdotta una modalità "Sport Mode", che a fronte di un tempo di volo inferiore e della sospensione del rilevamento degli ostacoli, il drone può sfiorare gli 80 Km/h, oltre che salire e scendere in modo repentino.

Video : DJI Phantom 4 - Il video di presentazione di DJI

© RIPRODUZIONE RISERVATA