Questo sito contribuisce alla audience de

Compagnie des Alpes, inverno con fatturato record per il principale gestore di impianti sciistici nelle Alpi francesi

Seggiovia Serre Chevalier
Info foto

Neveitalia Redazione

FranciaFinanza Funiviaria

Compagnie des Alpes, inverno con fatturato record per il principale gestore di impianti sciistici nelle Alpi francesi

Numeri record per il bilancio semestrale di Compagnie des Alpes: fatturato di 761,1 milioni di euro, +12,2% rispetto alla passata stagione invernale. La Plagne, Les Arcs, Tignes, Val d’Isere e Meribel alcune delle maggiori località gestite dalla principale società funiviaria nelle Alpi francesi.

Compagnie des Alpes è una delle più grandi società di gestione di impianti sciistici al mondo, con un modello di business di tipo “corporate” che presenta grandi affinità con quello applicato negli Stati Uniti d’America: gli operatori sono pochi e tendono a gestire una pluralità di stazioni sciistiche, occupandosi non solo delle società impianti, ma anche di tutta la catena dei servizi integrati, che contempla, ad esempio, noleggi attrezzatura, scuole sci, alberghi e ristoranti. Lo sviluppo di questo sistema di gestione si origina dalle politiche attuate dal governo francese negli anni Sessanta/Settanta, con i “piani neve”, un provvedimento che prevedeva lo sviluppo di moderne stazioni sciistiche integrate adatte ad ospitare elevati flussi turistici, in aree identificate come ottimali per la pratica dello sci e quasi totalmente prive di precedente urbanizzazione. Tale modello si contrappone a quello comunitario, maggiormente diffuso in Italia, Austria e Svizzera, in cui le stazioni sciistiche sono prevalentemente sorte in prossimità di centri storici con un importante patrimonio culturale. La gestione degli impianti e dei servizi integrati è frammentata in tanti piccoli operatori indipendenti che per essere competitivi devono riuscire a consorziarsi e “fare sistema” al fine di promuovere efficacemente la propria destinazione turistica. Un esempio in tal senso è rappresentato dal consorzio Dolomiti Superski che riunisce le 130 società di gestione che si occupano delle 12 aree sciistiche che lo compongono.

Situazione diversa in Francia, dove Compagnie des Alpes gestisce direttamente alcune delle più blasonate destinazioni sciistiche: La Plagne, Les Arcs, Tignes, Val d’Isere, Les Menuires, Meribel, Serre Chevalier, Flaine, Samoens – Morillon – Sixt. Inoltre, la società partecipa come primo azionista nelle società impianti di Chamonix-Mont Blanc e Megeve e detiene partecipazioni anche nelle società che si occupano di Avoriaz, La Rosiere e Valmorel. Accanto alla gestione di comprensori sciistici la società presenta altre due linee di business, relative a viaggi/ospitalità e parchi divertimenti, che in molti casi presentano stretta correlazione con le destinazioni in cui Compagnie des Alpes si occupa degli impianti sciistici.

Il bilancio infra-annuale del semestre 1° ottobre 2023 – 31 marzo 2024 è molto positivo con un fatturato di 761,1 milioni di euro, in incremento del 12,2% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. A trainare la crescita la divisione “comprensori sciistici” che ha visto un aumento dell’8,6% del numero di giornate sci, con un fatturato di 496,9 milioni di euro, +14,3% rispetto al periodo precedente. Dopo delle buone festività natalizie, che hanno fatto segnare un +9%, la crescita è stata ancora maggiore nei mesi successivi, con picchi durante le vacanze scolastiche di febbraio.

La tendenza positiva ha riguardato tutti i comprensori sciistici, anche grazie all’ottimo innevamento favorito da alta quota e posizione geografica, che ha consentito una riduzione di quasi il 20% del consumo di acqua per la produzione di neve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
98
Consensi sui social

Approfondimenti

Tignes Val d'Isere
Informazioni turistiche

Tignes Val d'Isere

Tignes, Val d'Isère