Domenica 19 Novembre, 9:51
Utenti online: 2299
Angelo Bonorino
Angelo Bonorino

Leitner entra in NeveNX e produrrà neve ecologica con il brevetto della StartUP Trentina

Leitner entra in NeveNX e produrrà neve ecologia con il brevetto della StartUP Trentina

Il Gruppo Leitner, tramite la propria controllata Demaclenko, ha acquisito quote del capitale sociale della startup Trentina NeveXN. L'azienda altoatesina dimostra così di credere nella scommessa avviata dalla startup trentina e nel suo brevetto, entrando al contempo a far parte di Polo Meccatronica di Rovereto, dove l’azienda avrà a disposizione spazi e uffici per sviluppare un piano industriale che progetti gli impianti di innevamento del futuro.

Francesco Besana, presidente di NeveXN: "Una grande opportunità, oltre che un onore per noi – commenta - avere a nostro fianco un partner forte e di rilevanza internazionale come il Gruppo Leitner con Demaclenko. Lavorare con loro è e sarà fonte di grande stimolo per portare avanti un progetto ambizioso, nato anche grazie al sostegno della Trentino Sviluppo e della Provincia di Trento che fin dall’inizio hanno creduto in NeveXN e nelle potenzialità di questa idea".

La macchina brevettata da NeveXN è in grado di produrre una neve di qualità a temperature comprese tra 0 °C  e 15°C  tramite l’utilizzo di energia termica che può essere fornita da fonti rinnovabili come pannelli solari e caldaia a biomassa. Completamente automatizzata, grazie a un sistema di controllo centralizzato remoto, tale tecnologia potrà essere integrata negli attuali sistemi di innevamento. L’innovazione tecnologica coniuga quindi da un lato l’esigenza sempre più frequente di ottenere neve tecnica in condizioni climatiche non convenzionali, garantendo un innevamento ottimale anche a bassa quota, e dall’altro di contenere i consumi di acqua e di energia elettrica propri dei tradizionali impianti di innevamento.

La neve così prodotta può venire utilizzata per l’innevamento outdoor (piste da sci, eventi sportivi, manifestazioni cittadine) e indoor, ma può trovare utili e interessanti applicazioni anche come liquido frigorifero nella catena del freddo per il settore alimentare, in campo sanitario e nel settore delle costruzioni.

Il piano di sviluppo industriale al quale NeveXN, Leitner e Demaclenko lavoreranno nei prossimi mesi prevede di industrializzare, produrre e commercializzare tre “taglie” di macchine con capacità rispettivamente pari a 1, 4 e 8 metri cubi di neve l’ora.

Costituita nel 2012 dai tre soci fondatori, Francesco Besana, Fabiano Maturi ed Anna Vanzo sotto il cappello di Trentino Sviluppo, la startup NeveXN si è aggiudicata nel 2013 un finanziamento dell’Unione Europea e riservato alle iniziative imprenditoriali più innovative. Nel 2015 il progetto è stato premiato con l’attestato “Seal of Excellence” che ne certifica la validità progettuale.  L’accordo siglato in questi giorni prevede la collaborazione di aziende di primo piano per mettere in piedi un progetto di sviluppo industriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA