Venerdì 18 Ottobre, 12:51
Utenti online: 52

Blackcrows Corvus

scheda aggiornata il 14 Ottobre 2018
Capacità:
esperto
Lunghezza:
175,183,193
Raggio:
21m @ 183
Sidecut:
137/109/126@183
Weight of a couple:
4400
|
126 mm
|
109 mm
|
137 mm

Il risultato del Test Neve Italia

  • Rispondenza al profilo
    SI al 79 %
    BlackcrowsCorvus (2019)3.79
  • Stabilità
    4.56
  • Comfort
    2.70
  • Maneggevolezza
    2.85
  • Galleggiamento
    3.42
  • Precisione
    4.11
  • Stacco
    3.69
  • Fase Aerea
    3.83
  • Atterraggio
    4.14

Il Black Crows Corvus si è dimostrato uno sci con una struttura molto rigida, ideale a sciatori pesanti e che prediligono la velocità.   Nel complesso stabile con buon galleggiamento e buono in fase di atterraggio ma che non soddisfa più di tanto il commento a caldo di Andrea Bergamasco, rigidità infinita ma che ad altissima velocità regala curve ampie davvero belle e buone sensazioni in massima pendenza sentenzia Alex Penengo, mentre per Marco Suppa è uno sci molto stabile e che trasmette sicurezza. Per Alice Gabasio, Nicola Sertorelli, Alex Favaro, Rolando Bertolina e Federico Secchi lo sci risulta rigido e ben strutturato ideale se condotto ad alte velocità e su qualsiasi terreno e condizione della neve.
I punti deboli riscontrati dai tester sono il peso eccessivo dello sci, la lentezza a livello di risposta e nei cambi anche durante la curva, il galleggiamento difficile in neve fresca polverosa per Federico Secchi.   Poco maneggevole, duro e difficile per Alice Gabasio, Marco Suppa, Alex Penengo e Alex Favaro. Coda troppo dura e sci troppo rigido per Bertolina.
Blackcrows Corvus testato nella misura 188 è risultato essere uno sci performante, molto ben strutturato e quindi un tantino rigido. Ottimo per sciatori pesanti, uno sci che vuole essere spinto ai limiti della velocità massima essendo uno sci molto stabile e che trasmette sicurezza. Consigliato ad un’utenza sia maschile che femminile con ottime capacità tecniche e gambe ben allenate, agonisti e freerider che amano pendii molto ripidi, ottima scelta se impiegato nelle competizioni di Freeride Derby. I suoi terreni ideali sono gli spazi aperti e per viaggiare a velocità folle come Big Mountain ed Heliski.

Cosa dice l'azienda

Questo modello iconico di Black Crows ha subito un rifacimento completo per la versione 2018/2019, con l'aggiunta di un camber rovesciato, un segmento del sottopiede piatto e una doppia piastra in titanal. Ciò conferisce al nuovo freeride corvus una migliore rotazione sulla neve soffice mantenendo una presa molto potente su terreni duri. Lo sci è potente e aggredisce il terreno. Pronto per la battaglia come sempre, il corvus con il suo nuovo equilibrio offre maggiore sicurezza su tutti i tipi di terreno.

Tecnologie:

tip rocker, "early rise" tail, semi-cap, poplar core

Ski Test
Ski Test Blackcrows 2018/2019
Ski-Test 2018/19: i modelli freeride di Black Crows