Questo sito contribuisce alla audience de

Parte anche la CdM di speed skating: senza Lollobrigida, a Stavanger una nazionale che punta su Ghiotto

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Speed Skatingcoppa del mondo 2022/23

Parte anche la CdM di speed skating: senza Lollobrigida, a Stavanger una nazionale che punta su Ghiotto

Nel week-end dell'11-13 novembre, sul ghiaccio norvegese, via alla stagione con l'Italia che, nonostante qualche assenza tra cui quella della bi medagliata olimpica, vuole cominciare forte.

Dopo lo short track con i primi due appuntamenti di Montréal e Salt Lake City, prende il via da Stavanger la Coppa del Mondo 2022/23 di speed skating.

Da venerdì 11 a domenica 13 novembre ecco la prima tappa del massimo circuito, con una nazionale italiana, guidata dal direttore tecnico Maurizio Marchetto, pronta dopo un lungo percorso di preparazione a rimettersi in gioco sul palcoscenico più prestigioso. Nove gli atleti convocati per l'opening norvegese e per l'appuntamento successivo di Heerenveen, in Olanda: si tratta di Serena Pergher (Fiamme Oro), Laura Peveri (Fiamme Oro), Francesco Betti (Fiamme Oro), David Bosa (Fiamme Oro), Daniele Di Stefano (Noale Ice), Davide Ghiotto (Fiamme Gialle), Andrea Giovannini (Fiamme Gialle), Riccardo Lorello (C.P. Pinè) e Alessio Trentini (V.G. Pergine).

Una formazione giovane, con quattro esordienti in Coppa del Mondo a livello senior – Pergher, Peveri, Di Stefano e Lorello - e priva di uomini importanti come Rosanelli e Malfatti indisponibili per infortunio e Francesca Lollobrigida assente per una momentanea pausa dalle competizioni, concordata con lo staff tecnico federale. Sarà il bronzo olimpico dei 10000 mt a Pechino 2022, Davide Ghiotto, a guidare la truppa azzurra (sui 5000 e nel Team Pursuit). “Le ultime prove di formazione della squadra sul ghiaccio di Inzell sono andate bene e hanno confermato ciò che avevo in mente relativamente alle convocazioni per queste prime tappe di Coppa del Mondo – spiega Marchetto - L'obiettivo a Stavanger è certamente quello di ben figurare con gli atleti di maggior esperienza del gruppo e, al contempo, quello di dare la possibilità ai giovani che abbiamo inserito in squadra di fare esperienza a questi livelli senza la pressione o l'assillo del risultato.

Più a lungo termine, serve cercare di confermare i posti che ci siamo guadagnati in Coppa del Mondo, tanto numerosi che non abbiamo al momento nemmeno i pattinatori per coprirli tutti”.

Il direttore tecnico azzurro sarà coadiuvato in loco, sia in Norvegia che in Olanda, dall'allenatore Matteo Anesi e con il fisioterapista Gabriele Zazzarini a seguito della squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
20
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

E' tutto pronto a Torino: giovedì scatta la finale del Grand Prix con tantissimo azzurro...

E' tutto pronto a Torino: giovedì scatta la finale del Grand Prix con tantissimo azzurro...

Il Palavela ospiterà, fino a domenica, l'ultimo atto del 2022 per il pattinaggio di figura, con un'Italia da record: 7 rappresentanti a livello senior, con Grassl e le coppie Guignard-Fabbri, Ghilardi-Ambrosini e Conti-Macii, oltre allo junior Nikolaj Memola.