Questo sito contribuisce alla audience de

Campionati Italiani Allround: Luca Stefani e Francesca Lollobrigida campioni

Campionati Italiani Allround: Luca Stefani e Francesca Lollobrigida campioni
Info foto

Getty Images

Speed Skating - Campionati Italiani Allround

Campionati Italiani Allround: Luca Stefani e Francesca Lollobrigida campioni

Una festa tricolore prevedibile, ma non senza difficoltà e qualche colpo di scena. Luca Stefani e Francesca Lollobrigida sono il re e la regina “Senior” dei Campionati Italiani Allround su pista lunga. Sull’anello della Ritten Ice Rink di Collalbo, entrambi si sono confermati in testa alle classifiche generali. Anche a conclusione della seconda e ultima sessione di gare, che li vedeva partire in testa già dopo le prime due prove disputate sabato.

La domenica altoatesina, con condizioni meteorologiche decisamente migliori rispetto alla nevicata copiosa di 24 ore prima, ha visto dunque la conclusione della manifestazione, con la disputa dei 1500 metri, i 5000 – per le donne – e i 10000 per gli uomini. Entrambe le prove disputate oggi se le sono aggiudicate i neocampioni d’Italia 2015. Così sia Stefani sia Lollobrigida hanno centrato un prestigioso en plein di successi in tutte e quattro le distanze di gara che sono servite a stilare la graduatoria generale definitiva.

In realtà, dopo la prima giornata, il titolo maschile non sembrava così al sicuro come si può intuire dal distacco finale – 2,143 punti contro gli 0,777 di ieri - tra primo e secondo. Il duello in famiglia Stefani tra i fratelli Luca – tesserato per il Gruppo Sportivo Fiamme Oro Moena – e Andrea, si è risolto in favore del primo rinforzandosi in maniera decisiva solo dopo i 1500. Il fratello maggiore, 27enne, ha sigillato il successo con la convincente prova nel chilometro e mezzo, in cui ha messo tutti dietro di lui in 1’53’’95. Anche in questo caso, ha preceduto il fratello minore, secondo in 1’55’’42. Terzo Marco Cignini, con il crono di 1’56’’94, capace di precedere la sorpresa Fabio Francolini, ancora molto competitivo in 1’58’’32.

L’ultima massacrante prova dei 10mila metri, ha visto allo start solo i migliori sei – agli ultimi quattro atleti citati vi sono da aggiungere Nicola Tumolero e Davide Ghiotto - della graduatoria emersa dopo le prime tre distanze in classifica parziale. E di nuovo Luca Stefani ha suggellato il suo ottimo weekend andando a vincere nuovamente in 14’18’’23. Alle sue spalle, molto bene l’ex iridato nel pattinaggio a rotelle e da poco concentratosi con stabilità – vedi le partecipazioni stagionale al circuito delle Maratone in Olanda - anche sul ghiaccio, Fabio Francolini. Il canturino ha chiuso in 14’20’’32, alla sua “prima” sulla distanza più lunga. Terzo Marco Cignini in 14’33’’70, che ha anticipato per due secondi Andrea Stefani, non così competitivo come nelle altre tre distanze precedenti.

Ad ogni modo, il 20enne Andrea, è riuscito a limitare l’assalto di Cignini in classifica generale e a confermare la doppietta in famiglia Stefani. Dietro al nuovo campione d’Italia Luca, con 160,123 punti complessivi, si è attestato dunque Andrea (162,266). A seguire, Marco Cignini (164,012). Quest’ultimo è riuscito a difendersi dall’assalto di Francolini, distante poco meno di mezzo punto dal terzo gradino del podio, e a confermarsi sul podio dopo l’argento dello scorso anno. Per Luca Stefani, esperto pattinatore di Asiago già colonna portante del Team Pursuit italiano negli anni successivi al trionfo olimpico e rimasto anche oggi, si tratta del terzo titolo nazionale allround. In precedenza aveva vinto nelle edizioni 2012 e 2013.

Francesca Lollobrigida invece, aveva già “prenotato” il tricolore dopo le prime due prove – vinte – del sabato. Il distacco era già importante dalle immediate inseguitrici. Ma la romana si è dimostrata ancora una volta più veloce, dominando anche i 1500 e i 5000 metri.

Per la pattinatrice originaria di Frascati e tesserata per il Centro Sportivo Aeronautica Militare, si è trattato di disputare "una volata" facile e in controllo, attingendo dalla terminologia tipica della Mass Start, specialità in cui ha vinto la Coppa del Mondo nel 2013-14. Troppo netta la differenza con le altre sette atlete azzurre iscritte. L’ha dimostrato sin dalla prima gara della domenica – terza in totale dei Campionati -, ovvero i 1500 metri. Francesca li ha vinti agevolmente in 2’07’’26. Dietro di lei si è piazzata la giovane – classe 1995 – Linda Bortolotti in 2’10’’84, davanti alla più esperta – ma neofita o quasi della pista lungaCecilia Maffei (2’13’’26). Quarta Francesca Bettrone.

Nell’ultima e decisiva prova dei 5000 metri, la legge di Francesca Lollobrigida si è confermata nuovamente. La 23enne ha ottenuto il miglior tempo in 7’50’’27. In questo caso, però, è arrivata una doppietta in famiglia – così come in tre distanze su tre al maschile – grazie al secondo posto della sorella minore diciannovenne, Giulia (8‘19’’08). Terza è giunta Francesca Bettrone in 8’21’’48, davanti a Cecilia Maffei (8’24’’04). Grande rammarico per Linda Bortolotti, in corsa per il podio anche su questa distanza – dove sarebbe effettivamente giunta seconda – ma estromessa dalla classifica per via di una squalifica. Che le ha precluso anche la possibilità di attingere punti in chiave classifica generale.

Nella graduatoria complessiva, infatti, Francesca Lollobrigida ha nettamente dominato confermando il titolo allround per la terza volta consecutiva. Stavolta ha vinto con 176,905 punti. Alle sue spalle si è inserita la campionessa d’Italia nel 2012, Francesca Bettrone, con 185,354 lunghezze. Terza, a sorpresa Cecilia Maffei, con 186,789 punti, che ha preceduto la terza classificata della scorsa edizione Giulia Lollobrigida. Decisiva, ai fini del podio, la squalifica nei 5mila subìta da Linda Bortolotti. La trentina avrebbe chiuso al secondo posto complessivo, invece di piazzarsi – a causa del mancato conteggio dalla gara - al settimo posto finale. Avrà tempo e talento per trovare presto il suo primo podio Senior allround a livello nazionale.

Clicca qui per consultare tutti i risultati del weekend tricolore a Collalbo (Bolzano).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social