Domenica 16 Dicembre, 15:51
Utenti online: 3062

foto di Getty Images

Grave infortunio per Yuri Confortola: frattura di tibia e perone

Grave infortunio per Yuri Confortola: frattura di tibia e perone

Brutto infortunio per Yuri Confortola e per lo short track italiano. Il veterano 29enne pattinatore bormino ha subìto la frattura di tibia e perone della gamba destra durante un allenamento di ieri della Nazionale italiana sulla pista del Forum Sport Center di Courmayeur. Il portacolori della Forestale è stato sottoposto subito a intervento chirurgico nel pomeriggio di sabato all’ospedale Umberto Parini di Aosta, per la riduzione della frattura.

Il plurititolato Confortola – tre titoli europei in staffetta, un bronzo mondiale a squadre, un bronzo continentale individuale e ben otto podi in carriera in World Cup nel suo palmares - era già stato costretto a fare i conti con un infortunio di uguale gravità, e sempre alla gamba destra, nel novembre del 2010. Il valtellinese si era rotto tibia e perone nel novembre di quell’anno durante la trasferta di Coppa del Mondo a Québec City. Un incidente che lo aveva costretto all’inattività forzata per quasi due stagioni, fino al rientro avvenuto nel 2012. E alla difficile ma caparbia risalita caparbia fino a livelli eccellenti nelle ultime stagioni. L’augurio è che possa ripetere tale impresa, per raggiungere il sogno della sua possibile quarta Olimpiade invernale vissuta da protagonista sul ghiaccio nel 2018.

Ovviamente il grave stop occorso al valtellinese gli precluderà la possibilità di prendere parte all’ultimo impegno di questa stagione agonistica: i Mondiali di Seul (Corea del Sud) in programma dal prossimo 11 marzo. L’Italia del c.t. Kenan Gouadec perde così una delle sue punte di diamante più veloci ed esperte per il concorso individuale – un anno fa a Mosca si classificò 21° nella classifica overall, ma nel 2007 ha ottenuto il suo miglior piazzamento giungendo ottavo – e uno degli uomini decisivi per la staffetta su cui sono riposte grandi speranze. Proprio con i compagni di squadra, Confortola aveva conquistato uno storico argento in Coppa del Mondo nella tappa di Shanghai disputata lo scorso dicembre.

Questo il commento del commissario tecnico Gouadec, che dirigeva l’allenamento al momento dell’infortunio avvenuto sabato mattina: «È stato un duro colpo l’incidente occorso a Yuri. Però l’operazione è andata bene e sembra tutto positivo sinora. È ancora presto per parlare di tempistiche per il suo recupero e non ci sono ancora tutti i dettagli. Domani sentiremo o staff medico per avere un quadro più preciso. Per quanto concerne la dinamica dell’incidente, si è trattata di una caduta banale in velocità. Lui non è riuscito a girarsi in tempo ed è finito contro i materassi di protezione con i piedi. Un sistema senza balaustra avrebbe attutito senz’altro l’impatto evitando grossi danni. Tutti i giorni pattiniamo su una pista con le balaustre e questo è rischioso, visto che lo short track è diventato uno sport molto veloce. Per questo dobbiamo assolutamente concretizzare il nostro progetto per avere un sistema mobile di materassi per la squadra che si allena qui a Courmayeur».

© RIPRODUZIONE RISERVATA