Questo sito contribuisce alla audience de

A Dordrecht cala il sipario sulla Coppa del Mondo di short track. Fontana ci riprova con staffetta e 500

A Dordrecht cala il sipario sulla Coppa del Mondo di short track. Fontana ci riprova con staffetta e 500
Info foto

Getty Images

Short TrackShort Track - CdM a Dordrecht

A Dordrecht cala il sipario sulla Coppa del Mondo di short track. Fontana ci riprova con staffetta e 500

Nel fine settimana che sta per iniziare calerà il sipario sulla Coppa del Mondo 2015-16 di short track. Dopo cinque tappe, i migliori pattinatori in pista corta si sfideranno nell’ultima tre giorni di gare che si consumerà allo Sportboulevard di Dordrecht, cittadina situata nell’Olanda meridionale. Dopo l’esaltante tappa di Dresda – in cui domenica scorsa la staffetta femminile ha ottenuto un’entusiasmante vittoria – il team italiano cercherà di continuare l’inerzia positiva avviata in Germania.

 Una settimana fa, infatti, non è arrivato soltanto l’oro per le ragazze nella prova a squadre. La pattuglia allenata da Kenan Gouadec ha chiuso con il quarto posto di Tommaso Dotti e il quinto di Lucia Peretti nei 1500 metri. Migliori risultati in carriera per entrambi i citati pattinatori di casa nostra. Inoltre si rivedrà ancora l’attesissima Arianna Fontana. La cinque volte medagliata olimpica ha ripreso con l’agonismo dopo quasi un anno di assenza dal ghiaccio e ha trascinato il team all’oro, fermandosi però – causa squalifica – nei 500 metri individuali. In Olanda la freccia valtellinese ci riproverà, sperando in fortune nettamente migliori.

Ma a Dordrecht si assegneranno anche gli ultimi otto podi in World Cup annata – sei a livello individuale e due di staffetta – che completeranno il quadro dei campioni di specialità in questa stagione. Il tutto in attesa della chiusura della stagione internazionale, prevista dal prossimo 11 marzo con i Campionati Mondiali di Seul (Corea del Sud).

Anche per l’avvicinarsi dei Mondiali, alcuni tra i big dello short track hanno deciso di rinunciare alla trasferta in terra oranje. Su tutti, non ci sarà Charles Hamelin. Il canadese si è congedato alla grande aggiudicandosi le ultime due vittorie su 500 e 1000 metri all'EnergieVerbund Arena tedesca. Non c’è nemmeno il connazionale Samuel Girard, una vittoria e secondo posto nella classifica di specialità nei 500m maschili. Forfait quasi di massa – così come accaduto a Dresda – per i big della squadra cinese: da Wu Dajing a Shi Jingnan a Fan Kexin.

La situazione delle classifiche di Coppa sulle varie distanze alla vigilia della sesta e ultima tappa. 

500 metri maschili. Assenti i primi tre della classifica, Charles Hamelin, Wu Dajing e Girard, il russo Dmitry Migunov è l’unico pattinatore in grado di poter insidiare il primo posto del canadese. Quest’ultimo, già campione nel 2014-15 ha a disposizione un solo risultato per confermarsi: vincere la Finale A.

1000 metri maschili. Nelle due serie in programma a Dordrecht, il fresco campione europeo overall Semen Elistratov ha l’occasione di aggiudicarsi i punti decisivi nella seconda serie sul chilometro in programma domenica. Il russo è in testa alla classifica di specialità – vinta già nel 2015 - e dovrà difendersi dagli attacchi del canadese Charle Cournoyer e del coreano Seo Yi Ra, entrambi iscritti nella seconda prova del weekend ed entrambi gli unici capaci di sopravanzarlo. Il vantaggio di Elistratov è comunque corposo e superiore ai 6000 punti sul nordamericano.

1500 metri maschili. Gli ultimi 10mila punti, che premieranno il vincitore in Olanda, potrebbero essere premianti per il coreano Kwak Yoon-Gy. È lui l’unico capace di superare in classifica l’olandese Sjinkie Knegt. L’obiettivo primario di quest’ultimo è quello di classificarsi davanti al rivale asiatico.

Staffetta maschile 5000 metri. Canada e Cina – separati da soli 1280 punti – sono le candidate a contendersi la “coppetta”. In gioco, però, ci sono ancora Olanda, Corea e Ungheria. Il che rende ancora più interessante la gara a squadre. Il quartetto dell’Italia, che a Dresda ha ottenuto il nuovo record italiano, punterà ad approfittare della situazione di battaglia tra le “big”, per cercare un nuovo exploit dopo il secondo posto a Shanghai nel dicembre scorso. In batteria – domani – se la vedrà con Turchia, Canada, Bielorussia e Francia.

500 metri femminili. Non è partita per la trasferta europea la leader di Coppa Fan Kexin. La sprinter cinese ha un vantaggio di meno di 800 punti sulla canadese Marianne St-Gelais, vera candidata numero uno alla vittoria in classifica. A sfidarla ci sarà la britannica campionessa europea 2016 – e in smagliante condizione di forma – Elise Christie. Una rimonta difficile per lei, visti gli oltre 7000 punti di differenza, che sembra proibitiva alla vigilia.

1000 metri femminili. La situazione è apparentemente equilibrata nella sfida sul chilometro. Ci sono due gare a disposizione nell’ultima tornata di Coppa. Per ora guida la coreana Choi Minjeong con 28mila lunghezze, davanti alla connazionale Shim Suk-Hee – 26400, ma non in gara a Dordrecht -, alle canadesi Maltais e St-Gelais e alla cinese Tao Jiaying. Ma Shim e St-Gelais non sono iscritte in nessuna delle due serie. Così la Choi potrebbe già chiudere i conti con le rimanenti sfidanti – entrambe impegnate nella seconda prova – cogliendo punti “pesanti” nelle prime Finali previste per sabato.

1500 metri femminili. Ininfluente, ai fini dell’assegnazione della Coppa di specialità, sarà la gara di Dordrecht. La coreana Choi Minjeong si è già aggiudicata la conferma del titolo nello scorso weekend. Con 48mila punti nessuna sfidante potrà raggiungerla. Di fatti non si è iscritta alla gara.

Staffetta femminile 3000 metri. Con quattro vittorie su cinque prove stagionali – solo l’ultima ha premiato un’altra squadra, ovvero l’Italia, la Corea è già certa del titolo. Rimane aperta la caccia ai rimanenti posti del podio complessivo con Canada, Cina e Russia. Le azzurre proveranno a stupire nuovamente: esordiranno nelle batterie contro Russia, Repubblica Ceca e Bielorussia.

Di seguito il dettaglio delle iscrizioni-gara per i 12 azzurri convocati dal c.t. italiano Kenan Gouadec:

1500 metri femminili: Cecilia Maffei, Lucia Peretti e Arianna Sighel.

1500 metri maschili: Yuri Confortola, Tommaso Dotti e Nicola Rodigari.

1000 metri maschili (Prima serie): Andrea Cassinelli, Marco Giordano e Davide Viscardi.

1000 metri femminili (Prima Serie): Arianna Valcepina ed Elena Viviani.

500 metri femminili: Elena Viviani, Arianna Fontana e Arianna Valcepina.

500 metri maschili: Andrea Cassinelli e Marco Giordano.

1000 metri maschili (Seconda Serie): Tommaso Dotti, Yuri Confortola e Davide Viscardi.

1000 metri femminili (Seconda Serie): Lucia Peretti, Cecilia Maffei, Arianna Sighel.

Clicca qui per consultare tutto il programma dell’ultimo weekend di Coppa del Mondo. Le start list complete e gli orari di gara a Dordrecht. Da domani il via con i turni preliminari. Sabato e domenica le finali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social